Sudore e Sudorazione: Sintomi e Cause Principali

La sudorazione, altro non è che dei liquidi con Sali minerali che vengono rilasciati dal corpo attraverso il sudore, che precisamente esce dalle ghiandole sudoripare, necessarie in ogni organismo per riuscire a mantenere costantemente sotto controllo la temperatura interna, in relazione con quella esterna. Inoltre, ogni soggetto e anche a seconda della nazionalità, produce più o meno sudore, avendo ognuno un numero di ghiandole che lo secernano differenti.

Ma non solo, ciò infatti dipende anche dalla temperatura esterna e da quella interna al corpo, oltre a molte altre condizioni e all’attività che ognuno di noi compie durante il giorno. Sicuramente, questa cosa del tutto naturale può essere fonte di vari tipi di disagio, sia estetico che dal punto di vista olfattivo, visto che anche l’odore di questo liquido può variare da persona a persona, anche in base alla propria attività ormonale, oppure a delle situazioni di forte stress, ma anche in base alla tipologia di alimentazione che si segue.

Anche le varia situazioni psicologiche, inoltre, possono influire su questo fattore, come la rabbia, lo stress e il nervoso, ma anche le situazioni imbarazzanti possono aumentare questo fenomeno, creando ancora più disagio e, spesso, creando delle problematiche che portano ad isolarsi, specialmente nei soggetti che sono portati ad averla più marcata.

Essendo che è qualcosa di collegato anche all’attività ormonale, ci sono dei momenti della vita dove la sudorazione eccessiva, spesso accompagnata anche da vampate di calore, può rappresentare un vero e proprio disagio, come ad esempio durante la menopausa.

Cos’è il sudore?

Questo liquido tanto odiato, altro non è che la secrezione che viene prodotta dalle ghiandole sudoripare, che possono essere oltre 2 milioni, distribuite in differenti punti del corpo umano all’altezza dello strato della cute.

Queste ghiandole, principalmente si possono trovare sotto le ascelle, sulle mani sui piedi e sul cuoio capelluto. La sudorazione principalmente è una sostanza liquida, dalla sembianza acquosa e senza nessuno colore, mentre al sapore si presenta salato per via della presenza al suo interno di numerosi sali minerali.

cause e rimedi per il sudore

Inoltre, al suo interno presenta anche una componente acida, che solitamente da il tipico odore acre, in abbinamento anche ad altri fattori che possono variare da persona a persona. All’interno di questo liquido che esce dall’organismo attraverso ghiandole ad esso dedicato, è presente anche cloro, magnesio, sodio e potassio, in base anche alla quantità di questi principi attivi che solitamente vengono assunti da ogni organismo attraverso l’alimentazione.

Ci sono diverse cause che possono farlo aumentare e, nella maggior parte dei casi, non è un fattore che deve assolutamente preoccupare in quanto rappresenta un meccanismo totalmente naturale dell’organismo per riuscire a regolarsi nel modo migliore in base alla propria temperatura e a quella dell’esterno. Inoltre, anche lo stile di vita può influire su questo fattore, come il fumo, o l’assunzione eccessiva di caffeina o alcolici, ma anche dei cibi eccessivamente speziati, piccanti o salati. Alcune terapie farmacologiche, anche, possono avere rilievo su questa reazione.

Le cause principali

Infatti, è stato notato dai ricercatori che la sudorazione aumenta nettamente nei pazienti che stanno assumendo morfina o medicine che al loro interno contengono degli ormoni per agire direttamente sulla tiroide. Ci sono delle malattie, che per essere debellate l’organismo aumenta in automatico il sudore prodotto, in modo da riuscire a liberare il corpo più velocemente dalle tossine anche attraverso questo liquido come nel caso della febbre o di altre infezioni interne.

Anche i soggetti che si stanno disintossicando dalle dipendenze da droghe o alcool possono vedere questo fenomeno in aumento, come reazione naturale dell’organismo che si libera dalle tossine, purificandosi. Nei casi più gravi, inoltre, la sudorazione in eccesso può rappresentare anche un campanello d’allarme per determinati tumori, ma solitamente è un fattore sempre associato a delle cause molto più gravi; quindi, non c’è da preoccuparsi se vediamo aumentare il rilascio di questo liquido, soprattutto in relazione ad altri fattori.

Solitamente, il sudore rappresenta unicamente un rilascio di questo liquido da parte dell’organismo, che passa attraverso le varie ghiandole sudoripare adibite a questo scopo sparse per vari punti della pelle, in uno degli stati principali. L’unico caso in cui c’è da preoccuparsi, è quando la sudorazione è eccessiva e senza una determinata causa scatenante, in quel momento il nostro medico curante saprà sicuramente indicarci gli esami migliori da fare, per riuscire a indagare le cause e trovare in questo modo il rimedio più adatto a questa tipologia di problema.

Come contrastarla

Per riuscire a contrastare nel modo migliore la sudorazione eccessiva, prima di tutto è necessario riuscire a risalire alla causa del problema, in questo modo è infatti possibile riuscire ad agire alla radice del problema, risolvendolo una volta per tutte e riuscendo a contrastarlo anche in caso di ricomparsa, evitando in questo modo di provocare ulteriori disagi.

Quando la sudorazione è normale e dovuta principalmente all’attività fisica o una temperatura esterna elevata, il consiglio principale è quello di mantenere sempre la corretta idratazione, per riuscire in questo modo a ristabilire correttamente i livello di idratazione dell’organismo, preferendo delle bevande o degli integratori alimentari che al loro interno contengono anche dei sali minerali, come quelli a base di magnesio e potassio.

principali cause del sudore

Questi integratori alimentari, infatti, sono preziosi specialmente per le persone che soffrono durante il caldo di pressione bassa, arginando in questo modo il rischio di svenimento e di cali eccessivi di pressione, vivendo l’estate con più energie sia mentali che fisiche, grazie anche all’apporto di vitamina B e di magnesio, indispensabili per le funzioni mentali e fisiche del corpo.

Un altro rimedio consigliato dopo aver sudato in modo eccessivo, è possibile bagnarsi i polsi con dell’acqua fredda, alzando così la pressione e lavarsi la faccia e anche il corpo, abbassando in questo modo velocemente la temperatura del corpo e lavandosi via il sudore che, essendo ricco di sali minerali, può seccare la pelle e causare anche irritazioni e dermatiti, specialmente a quelle più sensibili.

Come combattere la sudorazione eccessiva

Può capitare spesso di sudare molto più del normale, soprattutto dopo un’intensa attività fisica che porta a trovarsi spesso lavati da questo liquido, a causa di uno sforzo, oppure per la temperatura fuori molto elevata, come durante le ultime estati, che mettono a dura prova la resistenza fisica di chiunque, anche senza l’esercizio fisico. Inoltre, anche alcune malattie possono aumentare questo fenomeno, come nel caso di un’influenza con temperature elevate dentro l’organismo.

Raramente, può capitare di sudare molto più del normale, questo può essere dovuto a diverse ragioni, che in molte persone sono causa di un forte imbarazzo e anche disagio a livello psicologico, portando in questo modo spesso a isolarsi, per evitare di essere guardati con i vestiti macchiati e non potendosi cambiare. Fortunatamente esistono differenti rimedi per riuscire ad andare incontro a questa problematica molto più diffusa di quello che si pensa e che crea disagi a molte persone di qualsiasi età ed etnia, sia uomini che donne.

In questi casi, stiamo parlando di sudare in maniera eccessiva, al di fuori della normale attività delle ghiandole sudoripare e in quantità di liquidi molto maggiori, che possono lasciare i vestiti addirittura lavati. In questi casi, siamo davanti a un disturbo conosciuto con il nome di iperidrosi. Solitamente, questo disturbo delle ghiandole sudoripare colpisce unicamente determinate zone del corpo, come nel caso delle ascelle, delle mani o i piedi, ma anche nella piega sopra le labbra e nella zona dei genitali.

Cos’è l’iperidrosi

Se ci si accorge di star sudando molto più del solito, e non si sa quali possano essere le plausibili cause che hanno creato questo fenomeno, possiamo essere affetti da questa tipologia di problema ed è necessario trovare una causa il prima possibile per evitare di provare del disagio e contrastare il problema alla radice.

La maggior parte delle volte, questo fenomeno si presenta soprattutto nella zona sotto le ascelle e sul volto, ma può presentarsi anche in varie parti del corpo a prescindere, in base a dove sono posizionate le proprie ghiandole sudoripare. In molte persone, questo disturbo che colpisce le ghiandole sudoripare viene vissuto con molto disagio e può compromettere la vita sociale, creando davvero molto disagio in base anche alla situazione psicologia di ogni soggetto.

Inoltre, anche il sistema nervoso può aumentare questo fenomeno, visto che controlla direttamente le ghiandole adibite alla secrezione di questo liquido acquoso. Infatti, proprio come il battito cardiaco e la respirazione, anche sudare non è un fenomeno che abbiamo la possibilità di controllare in maniera autonoma, ma viene regolato in automatico dall’organismo e dal cervello. Infatti, anche questa funzione dell’organismo viene gestita direttamente dall’ipotalamo, una zona del cervello che è ricca di cellule con un’estrema sensibilità alla temperatura esterna ed interna.

Se la temperatura esterna o quella del corpo è superiore ai 37 gradi centigradi, infatti, l’ipotalamo si attiva, stimolando una rete nervosa che manda degli impulsi direttamente alle ghiandole sudoripare, che di conseguenza rilasciano il sudore per riuscire a ristabilire la corretta temperatura corporea, migliorandola nel modo ottimale in caso di un organismo sano che riesce a funzionare correttamente.

Varie tipologie di disturbo

L’iperidrosi, si può presentare in differenti modi e tipologie ben distinte, che possono essere più o meno lievi di conseguenza. Ad esempio, il primo livello è quello primario, di cui la causa non sempre si riesce ad identificare nel modo corretto, oppure secondaria se è risaputo che è collegato a delle problematiche di salute.

La primaria è collegata a degli episodi intensi specialmente di giorno, che di notte sembra trovare sollievo e si presenta specialmente nelle mani, sotto le ascelle e nella zona dei genitali, non sempre in modo simmetrico nelle due diverse parti del corpo e, inoltre, molto spesso è anche riconducibile a delle problematiche genetiche che iniziano fin da piccoli.

La secondaria, invece, solitamente tende a diffondersi senza distinzioni di corpo, su tutte le parti del corpo che sono ricoperte da ghiandole sudoripare e, tra le varie cause, si può evidenziare specialmente dei problemi collegati alla tiroide, oppure anche un eccessivo peso corporeo che sfocia nell’obesità. Ma può essere anche riconducibile a delle malattie, come nel caso dell’influenza, oppure linfomi.

Anche a livello ormonale ci può essere una correlazione con questo disturbo, come durante la menopausa, la gravidanza o dopo l’assunzione di determinati farmaci che vanno ad agire direttamente sugli ormoni, ma anche dei cibi eccessivamente speziati o se si assumono troppe pietanze speziate o bevande ricche di caffeina. In quella secondaria, inoltre, questi disturbi possono apparire anche durante la notte.

Come contrastare la sudorazione se è eccessiva

Quando ci accorgiamo che la sudorazione aumenta senza una determinata ragione e per un lungo periodo, è necessario appuntarsi in che modo e in quali condizioni questo episodio si presenta, se di giorno e di notte e se è accompagnato da vampate. Inoltre, è importante leggere attentamente gli effetti collaterali dei farmaci che si assumono, per rendersi conto se non siano proprio quella la causa.

Dopodiché, la soluzione ottimale è rivolgersi al proprio medico, che sarà perfettamente in grado di consigliarci gli esami specialistici migliori per ogni esigenza, riuscendo in questo modo a indagare le cause profonde di questa problematica. Oltretutto, esistono anche vari rimedi a livello cosmetico o dermatologico per riuscire a contrastare questo disturbo, che possono agire in sinergia per ottimizzare gli effetti, oppure utilizzati singolarmente in base alla situazione di ogni singolo caso, riuscendo in questo modo a migliorare la traspirazione della pelle.

Esistono ad esempio dei deodoranti traspiranti molto utili per andare incontro a questa condizione in particolare, che riescono anche a neutralizzare anche gli odori allo stesso tempo. Un dermatologo può eseguire anche un intervento non invasivo con le ionoforesi, una scarica elettrica che riesce a bloccare direttamente l’attività delle ghiandole sudoripare.

Un altro rimedio molto utilizzato consiste nell’utilizzare la tossina del botulino, iniettandola con un ago dove la sudorazione è più intensa, paralizzando in questo modo le terminazioni di questa zona per qualche mese, che è un intervento però consigliato unicamente nelle situazioni più gravi.

Articoli più letti
Carrello
Il tuo carrello è vuoto
Add to cart