Portolac Sciroppo, Bustine e in Polvere, le sue caratteristiche

4,8910,59

Portolac sciroppo e Portolac polvere per soluzione orale vengono utilizzati per il trattamento della stitichezza occasionale.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Portolac sciroppo è un medicinale che viene venduto in composizioni diverse. Portolac sciroppo oppure Portolac polvere per soluzione orale vengono utilizzati per il trattamento della stitichezza occasionale. La stitichezza è una situazione che occorre quando le abituali evacuazioni sono ridotte rispetto alle condizioni normali, se si presentano feci troppo dure e se si tratta di fenomeni troppo frequenti.

Portolac 66,6 g/100 ml di sciroppo contiene il principio attivo lattitolo monoidrato ed è indicato sia per gli adulti per che per i bambini ma solo nel caso di trattamenti di breve durata. Prima di assumere il medicinale è opportuno contattare un medico o leggere attentamente tutte le indicazioni che sono contenute nel foglietto illustrativo.

Per evitare controindicazioni o sovra-dosaggio bisogna chiedere informazioni dettagliate al medico o al farmacista. Nel caso di somministrazione del medicinale a bambini seguire le istruzioni e le indicazioni ricevute. Nel caso in cui si dovessero manifestare effetti indesiderati o peggioramenti dei sintomi alla fine del trattamento rivolgersi ad uno specialista, ad un medico o all’ospedale più vicino.

Cos’è Portolac sciroppo

Il principio attivo di Portolac sciroppo è il lattitolo monoidrato. Appartiene ad un gruppo di medicinali che ha effetti lassativi e che permette di trattare nel breve periodo la stitichezza occasionale. Si presenta in una polvere bianca inodore o in uno sciroppo chiaro, incolore e senza odore.

L’azione del medicinale è garantita grazie al principio attivo che agisce nell’intestino aumentando i volumi di acqua. In questo modo favorisce l’evacuazione delle feci morbide. Il medicinale Portolac è indicato nel trattamento non solo negli adulti ma anche nei bambini della stitichezza occasionale.

Il trattamento può essere solo di breve periodo, quindi dopo 7 giorni di somministrazione se i disturbi persistono bisogna contattare un medico. Non è possibile somministrare Portolac bustine o sciroppo se il bambino o l’adulto è allergico o ipersensibile al principio attivo lattitolo monoidrato o ad altri ingredienti della composizione del medicinale.

Non si può somministrare in caso di blocco dell’intestino quindi di ridotto transito intestinale. Nel caso in cui l’adulto o il bambino presentino una lesione dell’intestino o frequenti dolori non specificati non bisogna somministrare Portolac.

Inoltre, non va somministrato il medicinale se il paziente ha una perdita di sangue dal retto, se soffre di squilibrio delle concentrazioni di liquidi e sali minerali nell’organismo, se soffre di intolleranza al galattosio. Non può essere somministrato inoltre neanche a bambini in fase di allattamento o con intolleranza a tipi di zuccheri come il fruttosio o il galattosio.

Prima di utilizzare questo medicinale bisogna segnalare se la stitichezza non è occasionale ma frequente e se il bambino o l’adulto soffre di ammasso di feci duro.

Precauzioni nell’assunzione di Portolac bustine

Bisogna assumerlo per un trattamento di breve durata che risolta la stitichezza occasionale. Nel caso di stitichezza ricorrente oppure cronica bisogna rivolgersi ad un medico o uno specialista per ricevere una terapia adeguata alla situazione. Il medicinale interviene in quanto lassativo e dev’essere dosato in maniera corretta o evitato in presenza di alcune malattie importanti o farmaci che potrebbero creare interazioni.

Prima di somministrare il medicinale ai bambini è sempre necessario rivolgersi al medico o al farmacista. Ci sono delle situazioni in cui è necessario contattare il medico per precauzione e per essere sorvegliati durante la terapia, soprattutto nel caso di bambini.

Innanzitutto se la stitichezza di cui soffre il paziente, bambino o adulto, è cronica o ostinata bisogna contattare un medico. In questo modo, oltre al trattamento con il medicinale sarà possibile anche intraprendere una dieta apposita, ricca di fibre liquidi e attività fisica mirata a smuovere il tratto intestinale.

Non è possibile assumere il medicinale se il paziente dovrà sottoporsi a procedure mediche come l’elettrocauterizzazione per rimuovere parti di tessuto dell’intestino.

Bisogna prendere precauzioni anche se si assume il medicinale dopo essersi sottoposti a tecniche chirurgiche per eliminare le feci dall’esterno. Possono essere ileostomia o colostomia. Inoltre, se il bambino o l’adulto è intollerante ad alcuni zuccheri o se compare nausea o aria nella pancia bisogna segnalarlo ad un medico.

Se il trattamento con il lassativo dura da alcune settimane e non ha prodotto nessun effetto bisogna segnalarlo ad un medico. Se il paziente è anziano o debilitato bisognerà controllare con frequenza i livelli di sali minerali nel sangue.

Portolac polvere: avvertenze per l’abuso di lassativi

Il paziente, adulto o bambino che sia, che abbia fatto abuso di lassativi utilizzando il medicinale in un dosaggio eccessivo da quello consigliato o prolungando l’uso oltre un breve periodo può manifestare alcuni sintomi ed effetti avversi. Ecco quali sono.

L’adulto o il bambino può manifestare diarrea continua, perdita di acqua e sali minerali in maniera consistente, perdita di altri elementi nutritivi necessari all’organismo. Può manifestare anche grave disidratazione, perdita d’acqua in tutto l’organismo, diminuzione di potassio nel sangue.

La conseguenza potrebbe essere un problema al cuore, ai muscoli oppure infiammazioni. Nel caso in cui il paziente, oltre al lassativo, assuma anche diuretici o cortisone potrebbero insorgere problemi più gravi.

È possibile anche che l’uso prolungato di Portolac sciroppo o bustine dia dipendenza. La dipendenza può portare ad aumentare gradualmente la dose assunta di medicinale ed a scatenare gravi conseguenze tra cui la perdita delle funzioni normali dell’intestino.

Questi sono i casi in cui è necessario evitare di utilizzare in maniera prolungata il medicinale. In caso di situazioni del genere e nel caso di disturbi avversi è necessario sospendere immediatamente la somministrazione o rimodulare il dosaggio iniziale.

Per i bambini il medicinale può essere assunto soltanto dopo aver consultato un medico, gli adulti possono assumerlo anche senza prescrizione medica facendo attenzione alle avvertenze e alle precauzioni segnalate poc’anzi.

Portolac tempo effetto ed interazione con altri medicinali

È necessario informare il farmacista o il proprio medico prima di iniziare il trattamento se sono in corso altre terapie o il paziente ha assunto altri medicinali che possono provocare interazioni con il lassativo. In particolar modo i lassativi inficiano l’assorbimento di altri medicinali nell’intestino.

Inoltre, medicinali del genere, riducono il tempo di permanenza di qualsiasi altro medicinale presi contemporaneamente. È necessario quindi evitare tassativamente l’assunzione contemporanea del medicinale con altri per via orale per non contrastare l’efficacia di questi ultimi.

Nel caso di altre terapie bisogna attendere almeno due ore tra un farmaco e Portolac in modo da permetterne l’assorbimento. Nel caso di particolari farmaci bisogna darne informazione al medico. Tra i farmaci che possono contrastare l’efficacia di Portolac o che possono essere contrastati dallo stesso ci sono: la neomicina, cardioglicosidi, antiacidi e agenti antibatterici.

La neomicina è una medicinale che viene assunto per via orale e viene utilizzato per curare le infezioni. Gli antiacidi invece sono necessari nel trattamento dell’acidità di stomaco e possono anche essere assunti per via orale. Quest’ultimi creano interazione con il lassativo perché riducono l’efficacia del medicinale sulla flora intestinale.

I medicinali cardioglicosidi sono utilizzati per curare e trattare alcune malattie del cuore. In caso di assunzione di questi farmaci bisogna consultare un medico perché l’interazione con Portolac sciroppo ne aumenterebbe gli effetti tossici.

Altri medicinali che interagiscono con il lassativo producendo perdita di elementi nutritivi come il potassio sono i diuretici, antinfiammatori e medicinali utilizzati per infezioni o per trattare ulcere.

Come assumere Portolac eps sciroppo

Il medicinale può anche essere assunto durante i pasti se il paziente adulto o bambino è sensibile alla formulazione. L’uso negli adulti prevede una dose raccomandata di 15/30 ml. Aiutandosi con il misurino basterà assumere due misurini riempiti fino a 15 ml.

La dose può anche aumentare o diminuire a seconda delle necessità da un minimo di 7,5 ml fino ad un massimo di 30 ml. È preferibile assumere lo sciroppo di sera prima di andare a dormire in un’unica dose. Nel caso di disturbi o nausea può anche essere assunto durante i pasti.

Per quanto riguarda i bambini da 2 a 6 anni la dose è pari a 10 ml al giorno. Oltre i sei anni la dose consigliata aumenta tra 10-15 ml al giorno. I bambini dovrebbero assumere il medicinale al mattino durante la colazione. I lattanti invece possono assumere in media 5 ml di sciroppo al giorno. La dose consigliata è quella minima per consentire l’evacuazione di feci.

Bisogna iniziare la terapia esclusivamente senza eccedere la dose consigliata aiutandosi con il misurino incluso nella confezione. È opportuno somministrare Portalac con un’abbondante dose di acqua che favorisce l’effetto del medicinale ed una più semplice mobilità intestinale.

Nei bambini il trattamento non può superare sette giorni consecutivi e non è possibile somministrare lassativi frequentemente. L’uso prolungato può essere solo prescritto da un medico in seguito ad un’accurata visita medica. In caso di sovradosaggio avvertire il medico o l’ospedale più vicino.

Se il bambino ingerisce una dose eccessiva accidentalmente potrebbero insorgere disturbi e dolori alla pancia. Il trattamento dev’essere interrotto immediatamente. Nell’ipotesi di aver saltato la somministrazione di una dose di medicinale non è possibile raddoppiare il dosaggio seguente.

Effetti indesiderati Portolac tempo effetto

Se assunto in condizioni ottimali e facendo attenzione a tutte le avvertenze e le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo, mostrerà i suoi effetti in tempi brevi. Ad ogni modo non è possibile prolungare la terapia per più di sette giorni. Se alla fine di questi sette giorni non si è notato alcun miglioramento bisogna contattare un medico.

In alcuni soggetti il trattamento con il medicinale lassativo sciroppo o bustine ha causato alcuni effetti indesiderati. Si tratta di casi rari che non tutti coloro che assumono Portolac manifestano.

Alcuni dei più comuni effetti collaterali possono essere dolori addominali, emissioni di gas dall’intestino, dolore di stomaco e alle volte gonfiore addominale. Questi disturbi svaniscono da soli entro pochi giorni dall’inizio del trattamento. Ci sono alcuni effetti rari che possono manifestarsi e che hanno interessato una persona su mille.

Tra questi diarrea, dolori addominali, gonfiore, flatulenza e vomito. Alcuni effetti indesiderati molto rari si manifestano in una persona su dieci mila. Possono essere nausea, prurito anale, anomalie da stomaco e intestino.

Se un soggetto adulto o bambino abbia manifestato questi o altri sintomi associabili all’assunzione del medicinale è bene segnalarli al sistema nazionale dell’agenzia farmaco. La segnalazione di possibili disturbi che possono essere dovuti al trattamento con il lassativo Portolac sciroppo permetterebbe uno studio più approfondito di tutti gli effetti collaterali.

Come conservare correttamente il medicinale

Il medicinale Portolac eps sciroppo contiene lattitolo monoidrato, principio attivo contenuto in dosaggio 66,6 grammi su 100 ml di sciroppo. Altri componenti del medicinale sono l’acido benzoico, l’acqua depurata e sodio idrossido. Portolac sciroppo si presenta in una soluzione chiara, liquida senza nessun odore né sapore.

Il flacone disponibile è da 200 ml con misurino dosatore e foglietto illustrativo contenente tutte le indicazioni per l’assunzione e il dosaggio. Produttore del medicinale Doppel Farmaceutici srl. L’assunzione di questo medicinale non altera la capacità di guidare o di maneggiare macchinari industriali o veicoli di alcun genere.

Se la paziente sta allattando al seno deve consultare il medico prima di assumere il lassativo. Il flacone di medicinale dev’essere conservato fuori dalla portata dei bambini e dev’essere utilizzato entro dodici mesi dalla data di apertura. La scadenza del medicinale correttamente conservato è riportata sulla confezione e si riferisce all’ultimo giorno del mese segnalato.

Non è possibile gettare il contenuto del flacone nelle acque di scarico né smaltire la confezione dei rifiuti domestici. Per buttare un medicinale finito o scaduto bisogna sempre rivolgersi al farmacista per smaltirlo correttamente.

Assumere un lassativo per il trattamento della stitichezza occasionale è il punto di partenza per intraprendere una dieta che eviti questi fastidi. Una dieta bilanciata ricca di acqua, fibre e sali minerali consente di non soffrire di stitichezza cronica e di trovare la propria regolarità intestinale.

Se episodi di stitichezza, cioè evacuazioni ridotte rispetto alle abitudini personali ed emissioni di feci dure, sono abituali e frequenti bisogna contattare un medico per evitare l’uso prolungato di lassativi che possono provocare fastidi e disturbi.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Informazioni aggiuntive

Formato

10 Bustine Polvere Orale 5g, 20 Bustine 10g, EPS Orale Polvere 20 Bustine 10g, Polvere Orale Barattolo da 200g, Sciroppo Flacone 200ml 66,67g

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Portolac Sciroppo, Bustine e in Polvere, le sue caratteristiche”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.