-14% di sconto

Mucosolvan Granulato per Soluzione Orale 20 Bustine

13,20

Mucosolvan granulato è un farmaco a base di ambroxolo, principio attivo in grado di sciogliere il catarro permettendo di procedere alla sua espulsione in maniera molto più semplice e veloce.

COD: 024428169 Categorie: ,

Descrizione

Mucosolvan granulato è un farmaco a base di ambroxolo, principio attivo in grado di sciogliere il catarro permettendo di procedere alla sua espulsione in maniera molto più semplice e veloce.

Trattamento per la tosse grassa e il trattamento delle secrezioni nelle patologie di bronchi e polmoni acute e croniche. Mucosolvan deve essere somministrato in caso di difficoltà ad espellere il catarro dai bronchi perchè ispessito o presente in grandi quantità.

Prima di utilizzare Mucosolvan granulare leggere attentamente il foglietto illustrativo. Non somministrare Mucosolvan nel caso in cui si presenti allergia all’ambroxolo o a un altro dei componenti contenuti nel medicinale.

Nel caso in cui si abbia una grave malattia a fegato e reni consultare il proprio medico curante ed evitare di assumere Mucosolvan granulare. Ci sono altri casi in cui Mucosolvan non può essere utilizzato, in particolare, tutti coloro che presentano rare condizioni ereditarie di incompatibilità con uno o più eccipienti presenti nel farmaco.

Inoltre è sconsigliato l’uso di Mucosolvan durante il primo trimestre di gestazione e nel periodo di allattamento. Sconsigliato anche se non ci sono studi clinici specifici che provino l’effettiva incidenza negativa sui bambini.

Mucosolvan granulato: cosa sapere prima dell’utilizzo

Si consiglia di consultare il proprio medico o il farmacista di fiducia prima di sottoporsi ad una cura a base di Mucosolvan granulare. Si sconsiglia l’utilizzo a tutti coloro che hanno avuto lesioni di stomaco e intestino.

Oltre a controllare che non si presentino effetti collaterali è importante contattare subito il proprio medico curante nel caso in cui, nel periodo di cura si presentino lesioni alle mucose o alla cute. Sospendere subito l’utilizzo del farmaco.

In alcuni rari casi, l’assunzione prolungata di Mucosolvan granulare provoca gravi patologie della pelle con la presenza di desquamazione e grave reazione tossi della pelle. Sincerarsi che non si sia nelle fasi iniziali della sindrome di Stevens-Johnson e Necrolisi Epidermica Tossica.

Non di rado gli stati iniziali di tali patologie si presentano come i primi allarmi di raffreddamento o influenza; in particolare:

  • febbre;
  • brividi;
  • naso che cola;
  • tosse;
  • mal di gola.

Si tratta di sintomi che possono essere fuorvianti e portare all’assunzione di Mucosolvan anche se non se ne ha l’effettivo bisogno. Nel caso in cui si presentino lesioni delle mucose o della cute, interrompere immediatamente la cura e contattare il proprio medico di fiducia.

Mucosolvan granulato contiene al suo interno il sorbitolo. Proprio tale elemento spinge a sconsigliarne l’utilizzo a tutti coloro che presentano intolleranza agli zuccheri. In ogni caso è opportuno consultare il proprio medico o il farmacista di fiducia. Si sconsiglia di somministrare il medicinale a bambini e/o adolescenti di età compresa tra i 0 e i 18 anni.

Come assumere Mucosolvan granulato

Prima dell’assunzione di Mucosolvan granula si raccomanda di leggere attentamente il foglietto illustrativo. In caso di dubbi meglio contattare il proprio medico curante.

La dose consigliata per gli adulti è di 1 bustina 2 volte al giorno. Evitare di superare la dose consigliata, in caso contrario contattare il proprio medico. L’assunzione deve avvenire solo dopo aver sciolto Mucosolvan granulare in mezzo bicchiere d’acqua, tè o succo di frutta. Mucosolvan è utilizzabile anche da tutti coloro che sono affetti da diabete.

Mucosolvan granulato deve essere utilizzato solo per trattamenti di breve durata. Se ne consiglia l’assunzione per massimo 14 giorni, se i sintomi persistono contattare il medico. Allo stesso modo, si consiglia di consultare il medico in caso di peggioramento dei sintomi.

Nel caso in cui si utilizzi una dose eccessiva di Mucosolvan granulato o se ne procura un’eccessiva assunzione accidentale, consultare subito il proprio medico curante o contattare il più vicino ospedale.

Se durante le cura ci si dimentica di assumere una dose di Mucosolvan, evitare di prenderne una dose doppia per compensare la mancanza. Nel caso di qualunque dubbio in merito all’utilizzo del medicinale, si consiglia di rivolgersi al proprio medico o farmacista.

Mucosolvan granulato: altri medicinali, cibi e bevande

Nel caso in cui mentre si assume Mucosolvan granulare si ha il bisogno di assumere un qualunque altro tipo di medicinale, è importante informare il proprio medico o il proprio farmacista in modo che possa consigliare e valutare l’influenza l’uno dall’altro.

In particolare è importante valutare i possibili effetti collaterali non caso in cui si proceda con una cura antibiotica. Non vi sono cibi che interferiscono con l’azione di Mucosolvan, ma il medicinale deve essere assunto sempre a stomaco pieno.

Mucosolvan granulato in caso di:

  • gravidanza;
  • sospetta gravidanza;
  • pianificazione di una gravidanza

è sconsigliato. In ogni caso, se ci fosse un estremo bisogno del prodotto si consiglia di chiedere al proprio medico o farmacista prima di utilizzare il prodotto.

In caso di gravidanza l’assunzione di Mucosolvan granulato è sconsigliato soprattutto nei primi 3 mesi della gestazione. Superato il primo trimestre l’utilizzo deve essere sottoposto ad attenta valutazione del medico curante.

Nel periodo dell’allattamento al seno di sconsiglia l’assunzione di Mucosolvan granulato. Il farmaco non ha nessun effetto negativo sulla fertilità. Inoltre Mucosolvan granulato non ha nessuna influenza sulla capacità di guidare veicolo o di utilizzo di macchinari.

Effetti collaterali

Esattamente come tutti i medicinali che si possono acquistare senza prescrizione medica, Mucosolvan può portare degli effetti indesiderati. L’incidenza di alcuni di essi non è molto alta, ma comunque importante da segnalare:

  • comuni: sono riscontrati in 1 persona su 10, nausea, alterazione del gusto, bocca, lingua e gola intorpidite;
  • non comuni: colpiscono 1 persona su 100, si tratta di vomito, diarrea, dolore addominale, difficoltà di digestione, bocca secca;
  • rari:  colpiscono 1 persona su 1000 e si presentano con eruzione cutanea, orticaria con macchie rosse sulla pelle che si accompagnano a prurito, secchezza della gola.

In pochi e ristretti casi, l’assunzione di Mucosolvan granulato si accompagna a shock anafilattico, meno grave: gonfiore improvviso della pelle e delle mucose, prurito, bruciori di stomaco.

Si tratta in ogni caso di effetti indesiderati passeggeri, che vanno a scomparire in maniera semplice, andando a sospendere l’assunzione del prodotto. In ogni caso, dopo la sospensione dell’assunzione di Mucosolvan, è opportuno allertare il medico.

I presenza di effetti collaterali che non sono stati ancora elencati tra quelli conosciuti si richiede di renderlo pubblico, in modo tale che gli studi sul medicinale stesso sia completo. È possibile procedere a denuncia della presenza di un effetto collaterale al seguente link: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Conservazione del prodotto

Mucosolvan granulato può essere liberamente acquistato in farmacia e parafarmacia; esso non ha bisogno di alcuna prescrizione medica. Non sono indicate particolari condizioni per la sua conservazione.

È importante che il medicinale resti al di fuori della portata dei bambini. Mai utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza. La data di scadenza può essere consultata sulla scatola del medicinale, nel caso in cui sia indicato solo il mese, ci si riferisce all’ultimo giorno dello stesso. Non smaltire i medicinali scaduti negli scarichi o nei rifiuti domestici.

Chiedere delucidazioni al farmacista che sarà in grado di indicare come procedere allo smaltimento al fine di difendere l’ambiente. Mucosolvan granulato è un parafarmaco per il trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni dei bronchi e dei polmoni, in forma cronica e acuta. Un prodotto pensato per il trattamento delle irritazioni e delle infiammazioni delle vie aeree.

Agisce in maniera diretta e mirata. Nel caso in cui si denotino dei peggioramenti o comunque non vi siano dei miglioramenti si consigli di contattare il proprio medico curante, il quale sarà in grado di consigliare la continuazione della terapia stessa.

Le patologie per cui l’utilizzo di Mucosolvan può essere efficace sono le seguenti.

  • Bronchiectasie: sono presenti bronchiectasie nel caso in cui si presentino delle infezioni respiratorie particolarmente trascurate. Inoltre risulta essere utile nel trattamento delle allergie non diagnosticate o rare e congenite patologie. Le bronchiectasie possono compromettere la capacità respiratori e di eliminate il muco presente nei bronchi.
  • Broncopneumopatia cronica ostruttiva: la broncopneumopatia cronica ostruttiva è una infiammazione con una certa durata ai bronchi e ai polmoni. Una patologia che si evolve in maniera lenta e che varia da persona a persona. Nonostante la gradualità, nei casi più gravi la malattia si evolve in insufficienza respiratoria.
  • Faringite acuta: quando le temperature iniziano ad abbassarsi il classico mal di gola è una delle problematiche maggiori, che affliggono veramente molti soggetti. Quando la faringe è infiammata anche deglutire diventa difficile. Non di rado gli stati di faringite acuta si accompagnano anche a difficoltà nel deglutire, tosse e secrezione.
  • Influenza: malattia infettiva che si presenta co i sintomi tipici dell’infiammazione acuta alle vie aeree. In genere l’influenza di presenta come un malessere generalizzato.
  • Laringite: la laringite può essere tanto acuta tanto cronaca. Se si tratta di laringite acuta, essa ha una durata al massimo di alcuni giorni. Se al terzo giorno di assunzione del farmaco non si notano miglioramenti si consiglia di rivolgersi al proprio medico. Sarà proprio questo ultimo a determinare se protarre la cura o cambiarla.
  • Polmonite: la polmonite è provocata da un batterio. Un’infiammazione che capisce i polmoni e tutti gli organi dell’apparato respiratorio che si trovano all’interno della cavità del torace.

Ulteriori informazioni…

Tale infiammazione no permette al sangue di avere il giusto quantitativo di ossigeno. L’area dei polmoni che si può definire interessata dall’infiammazione, si denomina focolaio.In tale zona l’afflusso maggiore di sangue crea dei ristagni di liquido che crea delle difficoltà con la respirazione che sono tipiche della malattia stessa.

Nel momento in cui gli agenti patogeni raggiungono gli alveoli polmonari si verifica la polmonite.Spesso questo avviene per inalazione degli agenti patogeni che con la circolazione sanguigna sono in grado di arrivare ai polmoni.

Raffreddore: infezione che prende origine da un virus e che colpisce le muscose di rivestimento di tutte le vie aeree superiori, in particolare: naso, seni paralisi e gola. Ci sono ben 200 virus che possono causare il raffreddore; il più noto e comune è il rinovirus.

Rinite allergica: disturbo della mucosa nasale che ha origine da un’infiammazione. In genere tale disturbo viene provocato dagli allergeni volatili. La rinite allergica si presenta con rinorrea, starnuti, ostruzione e prurito del naso.

Tosse: si tende a confondere la tosse e crederla una vera e propria malattia. In realtà la tosse è solo uno dei sintomi dell’influenza e in particolare di un’irritazione che compisce le vie aeree che risulteranno irritate. Un disturbo frequente e veramente molto comune. Insieme al raffreddore sta a costituire il motivo maggiore per cui i pazienti si rivolgono al proprio medico curante.

Avvertenze

Mucosolvan granulato è un farmaco efficace per il trattamento per gli stati di raffreddamento, irritazione e infiammazione delle vie aeree. Cura gli stati influenzali, i raffreddori, ma anche le bronchiectasie e le polmoniti o laringiti.

Il farmaco non può essere utilizzato sui bambini, se ne consiglia l’assunzione solo dopo i 18 anni. Il prodotto è sconsigliato, inoltre, alle donne nel primo trimestre di gravidanza, inoltre a tutte le neomamme in fase di allattamento. Per l’assunzione di Mucosolvan granulato dopo il primo trimestre di gravidanza, si raccomanda di consultare il proprio medico di fiducia.

Assumere Mucosolvan granulato nel quantitativo di 1 bustina 2 volte al giorno, da sciogliere in mezzo bicchiere d’acqua, succo di frutta o qualunque altro liquido. Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.

Conservare in luogo fresco ed asciutto, non consumare oltre la data di scadenza che si trova sulla confezione. Evitare l’assunzione di Mucosolvan granulato nel caso in cui si presenti intolleranza agli zuccheri.

Mucosolvan granulato: conclusione

Mucosolvan granulato cura: raffreddore, febbre, polmonite, faringite e laringite. Il trattamento non dovrebbe superare i 14 giorni. Nel caso in cui, superati i 14 giorni i sintomi continuino ad essere presenti si consiglia di consultare il proprio medico di fiducia. Allo stesso occorre agire nel caso in cui i sintomi rilevati peggiorino.

Se si assume un quantitativo maggiore di prodotto, consultare il proprio medico o il farmacista. Se ci si dimentica di assumere una dose di medicinale, evitare di procedere assumendone una doppia la volta successiva.

Și tratta di un medicinale che non ha bisogno di alcuna prescrizione medica, ma si raccomanda di prestare attenzione ai possibili effetti indesiderati. Nel caso in cui si presentino sospendere l’assunzione del farmaco e consultare il medico. Denunciare possibili effetti indesiderati fino a quel momento non rilevati.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Informazioni aggiuntive

Gusto

Frutti Rossi, Limone

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mucosolvan Granulato per Soluzione Orale 20 Bustine”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.