-8% di sconto

Magnesia San Pellegrino Polvere 100g 90%

7,36

Magnesia San Pellegrino è un prodotto a base di idrossido di magnesio. Un prodotto pensato per il trattamento della sensazione di acido, ma anche purgante. Non utilizzare senza la supervisione di un medico.

COD: 006570028 Categoria:

Descrizione

Magnesia San Pellegrino è un integratore alimentare a base di idrossido di magnesio. Un prodotto che si può acquistare senza alcuna prescrizione medica e che è in grado di agire contro i bruciori di stomaco.

Quello che risulta veramente importante è non utilizzare Magnesia San Pellegrino in dosi maggiori di quelle consigliate. Un antiacido che viene utilizzato per il trattamento di breve durata ed occasionale della stitichezza.

Cos’è Magnesia San Pellegrino e come si utilizza

Magnesia San Pellegrino è un integratore alimentare a base di idrossido di magnesio. Esso viene spesso utilizzato come antiacido, ma anche come trattamento di breve durata per quel che riguarda la stitichezza occasione.

Il prodotto può essere efficace solo se viene utilizzato in piccole dosi dal paziente che potrà grazie a questo elemento dare nuova regolarità al proprio intestino. A volte viene utilizzata Magnesia San Pellegrino per dimagrire.

La sua capacità di contrastare la stitichezza permette al corpo di eliminare le tossine in eccesso e avere il giusto equilibrio per non apparire gonfio e irritabile. Da non dimenticare però che gli integratori alimentari hanno efficacia, solo ed esclusivamente nel caso in cui vengano utilizzati a corredo di una vita sana e una dieta equilibrata.

L’idrossido di magnesio è il principio attivo della Magnesia San Pellegrino ma ad affiancarla sono presenti altri elementi che ne vanno a comporre gli eccipienti. Quest’ultimi cambiano leggermente a seconda del gusto che si decide di utilizzare di Magnesia San Pellegrino.

Per la soluzione senza aroma, all’interno di troverà: saccarosio, acido tartarico, sodio bicarbonato. Se all’anice: saccarosio, acido tartarico, sodio bicarbonato, anetolo.

Per il gusto al limone, la composizione è la seguente: saccarosio, acido tartarico, sodio bicarbonato, aroma naturale al limone. Gusto mandarino: saccarosio, acido tartarico, sodio bicarbonato, aroma naturale al mandarino. Infine il gusto frutta, con: saccarosio, acido tartarico, sodio bicarbonato, aroma naturale alla frutta.

Cosa sapere prima dell’assunzione

Prima di utilizzare Magnesia San Pellegrino, aspetta, ci sono alcune cose che dovresti proprio sapere. La prima ad esempio, è che ci sono dei casi in cui il prodotto non deve essere utilizzato.

La prima è quando si è mostrata un’accentuata ipersensibilità nei confronti di uno o più elementi presenti nell’integratore. Si tratta di un lassativo e come tale non dovrebbe essere utilizzato neanche in dosi minime da chi soffre di dolore all’addome in fase acuta di cui non si conosce ancora l’origine.

Inoltre non assumere in caso di: nausea, vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale o grave disidratazione. La somministrazione di questo integratore alimentare è riservata a pazienti in età adulta.

Avvertenze d’uso

Evitare di somministrare Magnesia San Pellegrino nei bambini e anche durante la gravidanza e l’allattamento. Un prodotto per il quale non si ha bisogno di prescrizione medica, si consiglia comunque di chiedere consiglio a uno specialista per ridurre al massimo i possibili effetti collaterali dell’assunzione del composto.

Un lassativo che deve essere assunto solo per un periodo dalla durata estremamente limitato nel tempo. Se si decide di utilizzarlo per un cambiamento improvviso delle proprie abitudini intestinali si consiglia di chiedere il parere del proprio medico, procedendo eventualmente e al bisogno a delle analisi approfondite a riguardo.

Il trattamento non deve avere una durata superiore alle 2 settimane. Per quel che riguarda la somministrazione negli anziani, si consiglia di valutare attentamente lo stato di salute.

Utilizzare il prodotto solo se questo è buono e non vi siano problematiche di nessun tipo. In ogni caso si consiglia u consulto preventivo con il proprio medico.

È inoltre indispensabile chiedere al proprio medico, prima dell’assunzione di Magnesia San Pellegrino nel caso in cui vi siano in atto patologie come: malattie renali e diabete. Allo stesso modo occorre il consiglio di un esperto se si stanno conducendo diete ipocaloriche. Infine prestare attenzione alla somministrazione nel periodo della gravidanza e nei bambini al di sotto dei 12 anni.

Magnesia San Pellegrino per dimagrire

Magnesia San Pellegrino non ha bisogno di prescrizione medica, ma si tratta di un lassativo e come tale deve essere trattato con le dovute attenzioni del caso. In genere l’utilizzo smodato di lassativi, in dosi eccessive ovvero per periodo prolungati, può essere causa di una diarrea persistente.

Questo fastidio prolungato nel tempo porta il corpo alla perdita di liquidi, ma anche di sali minerali, come può essere il potassio e di fattori nutritivi essenziali. nei casi estremamente gravi l’assunzione smodata di un lassativo può portare a completa disidratazione o all’ipopotassiemia, una netta riduzione del potassio nel sangue.

Tali problematiche possono avere riflessi anche molto gravi sull’organismo. In particolare è possibile che insorgano: disfunzioni cardiache e neuromiscolari.

Ciò si verifica nel maggior numero dei casi, quando all’assunzione di Magnesia San Pellegrino viene associato un trattamento a base di glicosidicardici, diuretici o corticosteroidi. Infine l’utilizzo protratto di lassativi può essere causa di dipendenza.

Questo si traduce in un bisogno impellente di aumentare il dosaggio ad ogni somministrazione. Oltre alla dipendenza tale atteggiamento conduce alla stitichezza cronica e la perdita delle normali funzioni intestinali.

Per evitare tutto questo è sufficiente attenersi alle indicazioni di utilizzo offerte e rivolgersi al proprio medico nel caso in cui si nutrano dubbi di qualunque genere.

Magnesia San Pellegrino e altri farmaci

Magnesia San Pellegrino potrebbe creare interazioni con altri medicinali e viceversa. Per questo motivo prima della sua assunzione si consiglia di chiedere il parere del proprio medico o farmacista.

Tale accorgimento è valido sia nel caso in cui ci si sottoponga a terapie continue con alcuni farmaci, oppure l’assunzione sia solo occasionale, proprio nel periodo in cui si decide di prendere anche Magnesia San Pellegrino. Il consulto dello specialista è indispensabile anche se non vi è bisogno di prescrizione medica.

In linea di massima si sconsiglia l’utilizzo dei lassativi con la coopresenza di altri farmaci. Se se ne ha bisogno è possibile abbinare i due trattamenti ma tra le assunzioni devono passare almeno 2 ore.

Magnesia San Pellegrino non può essere assunta nel caso in cui ci si stia sottoponendo a trattamento antibiotico. Questo in particolare nel caso in cui l’antibiotico in questione faccia parte dei farmaci a base di indometacina, fosforo, desametasone, digitalici, sali di ferro, nitrofurantoina, lincomicina.

Tale indicazione è indispensabile in quanto l’assunzione del lassativo potrebbe essere causa di un ridotto assorbimento del principio attivo. Inoltre l’utilizzo di Magnesia San Pellegrino potrebbe essere causa di una riduzione della velocità di escrezione di chinina con conseguente rischio di sovradosaggio.

Latte ed antiacidi dovrebbero essere assunti almeno 1 ora prima del lassativo. Con queste semplici accortezze si avrà la certezza che l’effetto di Magnesia San Pellegrino non sia inficiato e allo stesso modo quello dei medicinali che si assumono per altre motivazioni.

Gravidanza e allattamento

Se è presente una gravidanza, la si sospetta o la si sta pianificando, si consiglia di non assumente farmaci, parafarmici e integratori senza aver prima chiesto il parere al proprio medico. Questo vale anche per Magnesia San Pellegrino, un lassativo che se assunto senza controllo medico potrebbe avere anche tessetti negativi.

Nel caso in cui si creda di averne bisogno è importante consultare il proprio medico per comprendere se ve ne sia un reale bisogno o se si può porre rimedio alla problematica in altro modo. Anche nel caso in cui si abbia il via libera per l’utilizzo è importante sempre restare sotto stretto controllo medico.

Allo stesso modo è importante procedere nel caso in cui si stia pianificando una gravidanza. Se possibile sospendere il trattamento per evitare effetti collaterale.

Il magnesio contenuto nel prodotto è considerato compatibile sia con la gravidanza che con l’allattamento, in ogni caso per evitare che le problematiche si ripercuotano su mamma e bambini, chiedere il parere al proprio medico.

Tra i possibili effetti collaterali del prodotto non ne sono previsti che possano alterare la capacità di guidare l’automobile o di utilizzare macchinari pesanti per il proprio lavoro. In ogni caso, considerando che ogni organismo reagisce in maniera differente, si consiglia comunque di procedere con cautela.

Posologia di Magnesia San Pellegrino

Magnesia San Pellegrino si assume prima o dopo i pasti? Prima dell’assunzione del prodotto si consiglia di leggere attentamente quelle che sono le indicazioni per l’utilizzo.

Per quel che riguarda l’adulto che vuole utilizzare Magnesia San Pellegrino come antiacido si consiglia l’assunzione di un cucchiaino da caffè di prodotto, come purgante invece, si ha bisogno di un cucchiaio di prodotto. Nel caso in cui sotto stretto controllo del medico si possa far assumere la Magnesia dai bambini con età compresa tra i 6 e i 12 anni, le dosi devono essere dimezzate.

In ogni caso è importante non superare mai le dosi indicate. Quando si utilizza il prodotto come lassativo, la dose corretta è quella che permette di produrre facilmente l’evacuazione delle feci molli. Se è la prima volta che si assume il prodotto, si consiglia di utilizzare la dose minima consigliata.

In caso di bisogno e sempre sotto stretto controllo medico è possibile aumentare la dose utilizzata senza mai superare quella massima indicata. Si consiglia l’assunzione del prodotto in via preferenziale la sera.

Magnesia San Pellegrino prima o dopo i pasti

Il trattamento non deve avere una durata maggiore ai 7 giorni, anche se sarà sempre il medico a valutare il caso specifico. Se trascorso tale tempo non sono stati notati miglioramenti, ovvero si notano dei netti cambiamenti nella situazione in cui si versa, si consiglia di chiedere il consulto al proprio medico.

La polvere deve essere sciolta, per l’assunzione, all’interno di mezzo bicchiere di acqua. Se nella propria dieta si assume una grande quantità di liquidi il prodotto sarà più efficace.

Nel caso in cui per errore o volontariamente si assuma un quantitativo eccessivo di Magnesia San Pellegrino chiedere consulto medico ovvero recarsi presso il più vicino ospedale.

Gli effetti tipici del sovradosaggio sono: dolori addominali e diarrea, con conseguente perdita di liquidi che devono essere rimpiazzati. Chiedere il consulto di uno specialista nel caso in cui ve ne sia bisogno.

Effetti collaterali

Esattamente come succede per molti dei prodotti che si possono acquistare presso una parafarmacia, anche Magnesia San Pellegrino può avere degli effetti indesiderati. Questi sono elencati nel foglietto illustrativo.

Non vi è un nesso certo tra l’insorgenza di effetti collaterali e l’assunzione del prodotto. In effetti molti dei possibili effetti indesiderati si verificano soprattutto nel caso in cui Magnesia San Pellegrino venga somministrata in soggetti che presentano un’elevata sensibilità al prodotto, al suo principio attivo o a uno o più eccipienti in esso presenti.

In casi occasionali l’assunzione della polvere può essere causa di: diarrea, dolori addominali simili a crampi o coliche. Nei casi meno frequenti Magnesia San Pellegrino può essere causa di una stitichezza molto grave.

Attenersi alle quantità indicate per la somministrazione del prodotto, permette di abbattere al minimo le possibilità di insorgenza di effetti collaterali. Nel caso in cui essi si verificassero, si consiglia di chiedere il parere al proprio medico ovvero recarsi immediatamente presso l’ospedale più vicino. Se i notano effetti collaterali non indicati sulla confezione, si chiede di aggiornare il sito dell’agenzia del farmaco.

Conservazione

Prima dell’assunzione del prodotto oltre a leggere il foglietto illustrativo controllare la data di scadenza indicata sulla confezione. In genere essa indica il mese e l’anno, per quel che riguarda il giorno occorre far riferimento all’ultimo giorno del mese di riferimento.

La data di scadenza deve essere considerata valida nel caso in cui il prodotto sia stato conservato nella maniera corretta con confezionamento integro e indicazioni per l’utilizzo a vista. La Magnesia non deve essere somministrata dopo la data di scadenza.

Se si ha l’esigenza di gettar via il prodotto scaduto, rivolgersi al proprio farmacista affinché esso provveda a smaltire il prodotto nella maniera corretta. Non gettare il prodotto nelle acqua di scarico o nei rifiuti domestici.

In questa maniera ci si potrà liberare del prodotto senza però danneggiare l’ambiente. Tenere il parafarmaco fuori dalla portata del bambino, inoltre non esporre a fonti di calore e di luce diretta.

Attenersi alle modalità di consumo indicate, non somministrare nei bambini al di sotto dei 12 anni a meno che non vi sia stata esplicita indicazione del proprio medico. Nel caso in cui insorgessero effetti collaterali sospendere l’assunzione del prodotto e chiedere il parere del proprio medico. Somministrare il prodotto solo a distanza di almeno 2 ore dall’assunzione degli altri medicinali. Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Magnesia San Pellegrino Polvere 100g 90%”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.