Kerà K0, K1 e K2 Crema Cheratosi

26,0030,00

La crema Kerà K2 è un prodotto studiato per intervenire in maniera efficace contro gli effetti collaterali di un’eccessiva e sbagliata esposizione ai raggi solari. Un cosmetico che ferma l’invecchiamento cutaneo.

Svuota
COD: 944778796-2 Categoria:

Descrizione

La crema Kerà K2 è un trattamento cosmetico che interviene per curare la pelle da tutte le alterazioni che sono state causate dalla presenza dei raggi ultravioletti. Esporsi al sole senza protezione si può tradurre in una serie di danni per la pelle.

I raggi ultravioletti sono i primi sostenitori dell’invecchiamento cellulare precoce. Si consiglia l’utilizzo della crema Kerà K2 per il ripristino dei meccanismi fisiologici di cheratinizzazione e rigenerazione cellulare.

La crema Kerà K2 viso è un prodotto di cosmetica ottimo per poter andare a porre rimedio alle alterazioni cutanee che possono essere causate dai raggi ultravioletti. L’eccessiva esposizione al sole può essere causa di una serie di inestetismi.

Innanzitutto esporsi al sole è causa di un invecchiamento precoce della pelle. Quindi può portare alla comparsa di rughe anche in maniera precoce.

Senza considerare la possibile comparsa di macchie solari che devono poi essere trattate in maniera specifica. La crema derà K2 è un trattamento che agisce in maniera precisa sulle alterazioni a livello cutanee.

Utilizzare in maniera costante la crema Kerà K2 vuol dire riuscire a ridurre l’ipercheratosi e a migliorare le espressioni cliniche tipiche dell’invecchiamento cutaneo. La composizione interviene in maniera specifica per riuscire a ripristinare i naturali meccanismi fisiologici di cheratinizzazione e rigenerazione cellulare.

La crema Kerà K2 viso è un cosmetico a base di acido lattico e di acido ialuronico. La composizione conferisce al prodotto la capacità di esfoliare la pelle e stimolare la rigenerazione cellulare.

2 meccanismi che se non funzionano nella maniera corretta fanno sì che la pelle invecchi prima in quanto fotoindotta. La presenza di Acido Octatrienoico offre alla crea Kerà K2 un forte potere antiossidante e fotoprotettivo, va a proteggere le strutture cellulari dai danni dei ROS, i quali provocano l’antiopa cellulare del DNA.

Come utilizzare la crema Kerà K2

La crema Kerà K2 è un trattamento ad utilizzo topico che non deve essere ingerito. Proprio per questo motivo è consigliabile tenere il prodotto furi dalla portata dei bambini.

Prima dell’utilizzo controllare che il flacone del prodotto non sia danneggiato, in caso contrario, si consiglia di non utilizzare la crema. Si ricorda che tutti i cosmetici dopo l’apertura devono essere consumati entro un anno.

Non utilizzare dopo la data di scadenza. Evitare che la crema Kerà K2 venga a contatto con gli occhi, nel caso in cui vi sia un contatto involontario, si consiglia di sciacquare con abbondante acqua corrente.

Non applicare nel caso in cui l cute risulti essere lesa, se dopo l’applicazione si nota l’insorgere di effetti collaterali, si consiglia di sospendere l’utilizzo e di chiedere il parere del proprio medico. Si consiglia di applicare il prodotto in maniera esclusiva sulla zona interessata dall’inestetismo.

Applicare un leggero strato di crema sulla cute una o due volte al giorno. Chiedere indicazioni precise al proprio medico. Si consiglia di continuare ad applicare il prodotto fino a quando non si riduce la sintomatologia per cui è stata scelta. Non superare le dosi indicate.

Gravidanza e allattamento

Non utilizzare la crema Kerà K2 nel caso in cui sia presente una gravidanza, la si sospetti o la si stia pianificando. Nonostante tale indicazione generale, nulla vieta di chiedere il parere preventivo del proprio medico il quale sarà in grado di valutare il rapporto tra i rischi e i benefici.

Anche nel caso in cui lo specialista dovesse confermare la possibilità di utilizzare la crema Kerà K2 si consiglia di non superare mai le quantità indicate e di attenersi alle modalità di utilizzo consigliate. Se durante l’utilizzo del trattamento di nota l’insorgenza di effetti collaterali, si consiglia di sospenderne l’utilizzo e rivolgersi al proprio medico.

Se si sta cercando una gravidanza e si nota un’effettiva difficoltà nel concepire, si consiglia di sospendere l’utilizzo della crema Kerà K2. Questo vale anche se non vi sono studi che indicano che in una qualche misura il prodotto possa avere effetti sulla fertilità del soggetto.

In ogni caso, anche se si dovessero notare delle problematiche esse non hanno una durata permanente ma sono destinate ad estinguersi sospendendo l’utilizzo del prodotto di cosmetica. Nel periodo dell’allattamento chiedere al proprio medico prima di applicare la crema Kerà K2 viso.

Anche in questo caso, se lo specialista conferma la possibilità di utilizzare il prodotto, si consiglia di non superare le quantità indicate e di attenersi alle modalità consigliate. Evitare che la crema venga a contatto con la zona del visto.

Per fare questo è indispensabile lavare le mani dopo ogni applicazione del prodotto. Se anche una piccola quantità di crema entra a contatto con il seno, si consiglia di sciacquare con acqua corrente e sapone neutro, prima della successiva poppata.

Crema Kerà K2: effetti collaterali

Per poter ridurre al minimo i possibili effetti collaterali che possono essere provocati dalla crema Kerà K2 si consiglia di seguire attentamente le indicazioni in merito alla quantità da utilizzare e alle modalità di applicazione. Altrettanto importante è leggere attentamente la composizione del prodotto per comprendere se al suo interno sono presenti elementi a cui il soggetto risulta essere particolarmente sensibile.

La maggior parte degli effetti collaterali che si possono verificare a seguito all’utilizzo della crema sono legati ad ipersensibilità nei confronti di uno degli elementi presenti all’interno del prodotto. Possono esservi degli effetti collaterali anche estremamente comuni, ma questo non vuol certo dire che si verificheranno in ogni consumatore.

Se si dovesse notare l’insorgenza di effetti indesiderati interrompere immediatamente l’utilizzo del prodotto e rivolgersi al proprio medico. Nella maggior parte dei casi che sono stati, fino a questo momento segnalati, gli effetti collaterali sono collegati a ipersensibilità del soggetto nei confronti di uno o più elementi della crema.

In genere tale ipersensibilità si verifica con dei rash cutanei, ma anche con dei rossori o dei pruriti diffusi nel corpo. Spesso è sufficiente sospendere l’utilizzo del prodotto per veder regredire la problematica.

In alcuni casi è invece indispensabile che si intervenga in maniera specifica. In ogni caso, si consiglia di sospendere l’utilizzo della crema Kerà K2 appena si notano effetti collaterali.

Al bisogno contattate il proprio medico per un intervento mirato. Anche il sovradosaggio potrebbe essere causa di effetti indesiderati, per questo motivo si consiglia di limitare l’utilizzo del prodotto alle quantità indicate di utilizzo. Per evitare di commettere errori nell’utilizzo del prodotto, chiedere, in caso di dubbi, il parere del proprio medico o del farmacista.

I danni del sole sulla pelle

Quando arrivano i mesi caldi il primo desiderio che nutriamo un po’ tutti è concedersi una tintarella perfetta. Non in molti conoscono però, i danni che il sole può provocare sulla pelle.

Per meglio dire, non è il sole o la luce del sole a fare danni alla pelle, ma piuttosto i raggi UV che dai raggi solari arrivano fino alla nostra cute. Questi sono i principali protagonisti dell’invecchiamento cellulare.

Esporsi in maniera eccessiva senza alcuna protezione ai raggi solari innanzitutto è causa della comparsa delle prime rughe precoci. Se si vedono comparire fin troppo presto le prime rughe, forse ci si dovrebbe proprio chiedere se si è fatto veramente tutto per proteggere la propria pelle.

Ma le rughe non sono l’unica conseguenza indesiderata dell’esposizione al sole. Possono comparire anche quelle che vengono definite macchie solari. Dei piccoli accumuli di melanina che sono poi difficili da eliminare. Per la loro cura occorre utilizzare dei prodotti specifici che agiscano in maniera profonda sulla causa principale della loro comparsa.

Un semplice scrub questa volta non è sufficiente, è possibile che a primo impatto sembri che sia stato in grado di cancellare la macchina, solo perchè elimina lo strato superficiale di cellule, ma con il trascorrere del tempo si noterà come torneranno le macchine. Infine, nei casi più gravi l’eccessiva esposizione al sole può avere effetti cancerogeni sulla pelle.

Ma quindi in che modo si può assicurare una buona salute alla nostra pelle? Trattandola nella maniera giusta. Quello che serve è innanzitutto una protezione solare da utilizzare tutto l’anno. Perchè il primissimo insegnamento che i dermatologi dovrebbero dare a tutti è che il sole splende anche in inverno, anche dietro alle nuvole può essere dannoso.

Ovvio che la protezione solare che si utilizzare in estate non sarà la stessa dei mesi freddi. In inverno è sufficiente una crema leggera, magari un fondotinta con schermo solare, per l’estate la classica protezione da scegliere in base alla delicatezza della propria pelle.

Crema Kerà K2: conservazione e scadenza

Si consiglia di non applicare la crema Sera K2 viso dopo la data di scadenza. Quindi controllarla prima dell’utilizzo del prodotto. Importante sapere che, esattamente come un qualunque altro cosmetico, la crema Kerà K2 deve essere consumata entro 12 mesi dall’apertura. Il prodotto, trascorso tale tempo tende ad ossidarsi e per questo motivo non sarebbe più efficace sulla pelle.

Sulla confezione verrà indicato il mese e l’anno di scadenza, per quello che riguarda il giorno, ci si può attenere all’ultimo del mese indicato. La data di scadenza riportata sulla confezione si riferisce al prodotto conservato nella maniera corretta e con confezione integra.

Quindi non utilizzare la crema Kerà K2 dopo la data di scadenza, ma anche nel caso in cui la confezione appaia in una qualche misura danneggiata. Conservare il cosmetico lontano dalla vista e dalla portata dei bambini. Non esporre a fonti di luce o fonti di calore dirette. Tenere in un luogo asciutto e non particolarmente caldo.

Conservare il composto all’interno della sua confezione originale ed utilizzarla seguendo le indicazioni fornite in merito alle quantità e alle modalità di applicazione. Nel caso in cui si abbia il bisogno di gettar via il prodotto perchè scaduto o perchè inutilizzabile, chiedere la modalità corretta al proprio farmacista.

Non gettare nelle acque domestiche o nei rifiuti della propria abitazione, in questo modo si potrà salvaguardare l’ambiente e disfarsi della crema nella maniera corretta.

Crema Kerà K2: per concludere

La crema Kerà K2 è un prodotto pensato per tutte le tipologie di pelle, che siano maschili o femminili. Un prodotto cosmetico pensato per il benessere della pelle.

Gli esperti che hanno lavorato alla crema sono stati in grado di elaborare una composizione che sia in grado di difendere la pelle dagli effetti indesiderati del sole. Ognuno sogna una tintarella perfetta ma non ci si può certo dimenticare che se ci si espone al sole senza alcuna protezione non sono pochi i danni che si possono provocare alla pelle.

Innanzitutto l’invecchiamento cutaneo, il primo elemento su cui la crema Kerà K2 viso agisce, andandolo a rallentare, per assicurare una pelle più giovane molto più a lungo. Insomma, sarà possibile ritardare la comparsa delle prime rughe.

Ma le rughe non solo l’unica conseguenza di un’eccessiva ed errata esposizione al sole. Ricordiamo anche le macchie solari, che per essere eliminate hanno bisogno di trattamenti specifici.

Ma tornando alla crema Kerà K2 è importante ricordare che deve essere utilizzata nella maniera corretta, nella giusta quantità e senza superare le dosi indicate. Un elemento molto importante per evitare di andare incontro a quelli che sono i possibili effetti collaterali.

In alcuni casi si può verificare un’ipersensibilità nei confronti di alcuni elementi presenti all’interno del composto. Spesso questa si verifica con dei rush cutanei, dei rossori o un prurito localizzato.

In tutti questi casi e nel caso in cui si presentino altri effetti collaterali, si consiglia di sospendere l’utilizzo del prodotto ed eventualmente rivolgersi al proprio medico.

Altrettanto importante è ricordare che dopo l’apertura il prodotto deve essere utilizzato nell’arco di 12 mesi, altrimenti si va incontro a un’ossidazione del cosmetico, che lo rende inutilizzabile. Per disfarsi del prodotto inutilizzabile chiedere al proprio farmacista come agire nella maniera corretta.

Ti consigliamo di consultare il nostro blog sempre ricco di nuovi contenuti e i nostri canali social sempre aggiornati sugli argomenti di tendenza.

Informazioni aggiuntive

Formato

Anti Rughe, Cheratosi, Trattamento Cheratosi Attinica

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Kerà K0, K1 e K2 Crema Cheratosi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.