Imodium Capsule Molli, Compresse Orosolubili e Capsule Rigide

8,4312,93

Imodium capsule molli è un parafarmaco che è stato pensato e sviluppato per riuscire a contrastare i sintomi della diarrea. Agisce velocemente e permette di contrastare la diarrea in soli 2 giorni. Non somministrare dopo la data di scadenza.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Imodium capsule molli è un parafarmaco a base di loperamide cloridrato. Un prodotto in grado di agire efficacemente contro i movimenti intestinali e lo stimo dell’evacuazione.

Imodium 12 compresse orosolubili 2 mg può essere utilizzato per il trattamento sintomatico della diarrea occasionale acuta. Se nell’arco di un breve trattamento non si riscontrano miglioramenti, si consiglia di consultare il proprio medico.

Imodium capsule molli tra i trattamenti per i sintomi della diarrea occasionale sicuramente il più conosciuto e anche i più utilizzato. Un parafarmaco che può essere acquistato anche senza alcuna prescrizione medica.

La composizione è stata studiata in maniera specifica per intervenire contro i sintomi della diarrea in maniera veloce ed efficace. L’assunzione del prodotto si consiglia solo in seguito a episodi di notevole rilevanza.

Non utilizzare nel caso in cui non siano presenti i sintomi relativi alla problematica. Imodium 2 mg compresse orosolubili ha come principio attivo la loperamide cloridrato che si rivela essere un elemento molto efficace per la riduzione dei movimenti intestinali e per alleviare i sintomi della diarrea e lo stimolo all’evacuazione.

Il medicinale si presenta presenta in 3 formati differenti. Le più comuni sono le capsule molli, al quale interno è presente un liquido che si scioglie in maniera graduale e alleviare in maniera veloce ed efficace la diarrea occasionale.

Si tratta di capsule di piccole dimensioni, morbide e semplici da deglutire, è sufficiente una piccola quantità di acqua. Il trattamento non deve durare per più di 2 giorni.

Nel caso in cui passato tale periodo non si notino miglioramenti, ovvero i sintomi sembrano peggiorare, si consiglia di rivolgersi al proprio medico. Oltre al principio attivo del loperamide, all’interno delle compresse sono presenti altri reccipienti in particolare: monocaprilato di propilenglicole, propilenglicole, acqua distillata, gelatina, glicerolo 99%, propilenglicole, FD& C blue n. 1.

Quando non utilizzare Imodium capsule molli

Imodium capsule molli è un parafarmaco per il quale non serve alcuna prescrizione medica. Nonostante questo ci sono dei casi in cui l’utilizzo del prodotto è sconsigliato.

Si consiglia di non utilizzare Imodium nel caso in cui il soggetto presenti allergia al principio attivo o a uno qualsiasi degli elementi contenuti all’interno delle compresse. Non si consiglia l’assunzione nel caso in cui sia presente una gravidanza o durante il periodo dell’allattamento al seno.

Non utilizzare il prodotto nel caso in cui si abbia febbre alta o si presenti del sangue nelle feci, si tratta di dissenteria acuta e non è possibile curarla con Imodium capsule molli, si ha bisogno di un trattamento specifico. Non ingerire le capsule nel caso in cui sia presente un’infiammazione all’intestino che prende il nome di colite ulcerosa.

Imodium 12 compresse orosolubili 2 mg non può essere utilizzato nel caso in cui la diarrea che si presenta è dovuta all’utilizzo di antibiotici. Inoltre Imodium capsule molli è un prodotto che non può essere utilizzato per la cura delle infezioni dell’intestino causate da batteri come: Salmonella, Shigella e Campilobacter.

Non inserire la terapia a base di Imodium capsule molli nel caso in cui si stiano assumendo farmaci che riducono i movimenti dell’intestino. Non somministrare nei bambini al di sotto dei 6 anni di età. Se ci sono altri casi in cui si hanno dubbi sul possibile utilizzo del parafarmaco, si consiglia di chiedere il parere del proprio medico o del farmacista.

Quando chiedere il parere del proprio medico

Ci sono invece, casi in cui l’utilizzo di Imodium 2 mg compresse orosolubili non è vietato, ma si consiglia di chiedere il parere al proprio medico per evitare possibili effetti collaterali. In base alla singola situazione il medico curante sarà in grado di procedere alla valutazione del rapporto rischio/beneficio.

Quindi nel caso particolare, si consiglia di chiedere il parare di un medico o di un farmacista perchè in genere i sintomi tipici della diarrea portano una perdita di liquidi e di sali minerali. Quindi per riuscire a ristabilire i normali livelli degli elementi presenti nell’organismo potrebbe essere opportuno assumere delle soluzioni acquose che al loro interno presentano degli zuccheri e dei sali minerali.

Nello specifico sarà il dottore a consigliare in che modo coadiuvare la breve terapia a base di Imodium capsule molli. A tal proposito è utile sapere che Imodium capsule molli è un trattamento esclusivamente sintomatico della diarrea e non va ad agire su quelle che sono le cause del disturbo.

Quindi in buona sostanza, nel caso in cui la diarrea sia dovuta ad infezione batterica o virale, non va ad eliminarne la causa definitivamente. Inoltre, chiedere al proprio medico prima dell’assunzione di Imodium 12 compresse orosolubili 2 mg nel caso in cui si abbia ridotta funzionalità del fegato.

Si consiglia inoltre di interrompere immediatamente il trattamento a base di Imodium capsule molli nel caso in cui si abbia: AIDS o si noi gonfiore a livello dell’addome. Evitare poi l’assunzione del prodotto nel caso in cui si abbia difficoltà nella defecazione o si presenti gonfiore a livello addominale.

Il trattamento a base di Imodium capsule molli non deve avere una durata maggiore di 2 giorni, nel caso in cui non si notino miglioramenti, ovvero vi siano dei peggioramenti. Non somministrare nei bambini al di sotto dei 6 anni, chiedere invece preventivamente il parere del proprio medico nel caso in cui il bambino abbia tra i 6 e i 12 anni.

Imodium capsule molli: gravidanza, allattamento e interazioni

Nel caso in cui sia presente una gravidanza, la si sospetti o la si stia pianificando, si consiglia di chiedere il parere al proprio medico prima di assume le capsule molli. In linea generale si consiglia di non assumente Imodium capsule molli in gravidanza, ma sarà sul medico a valutare caso per caso.

Non vi siano prove che l’assunzione di Imodium capsule molli possa essere causa di infertilità anche solo momentanea. Nel caso in cui si noti che, durante il trattamento si abbia difficoltà a rimanere incinte, allora si consiglia di sospendere il trattamento per ristabilire l’equilibrio del corpo.

Lo stesso consiglio vale nel caso in cui si stia allattando al seno. Gli studi hanno provato che il principio attivo di Imodium capsule molli passa nel latte materno e potrebbe avere effetti collaterali sul bambino.

Imodium capsule molli è un parafarmaco e come tale può interagire con prodotti similari o con dei medicinali. Nel caso in cui ci si stia sottoponendo a un’altra tipologia di terapia, si consiglia di chiedere al proprio medico prima di procedere all’associazione di Imodium 2 mg compresse orosolubili con altre tipologia di prodotto.

In particolare, tale consiglio è indispensabile, nel caso in cui si stiano assumendo medicinali che vanno a modificare il ritmo del battito cardiaco, quelli che prevengono le infezioni dovute ad alcuni virus, ketoconazolo ed itraconazolo utilizzati nelle infezioni dovute a funghi, gemfibrozil, prodotto che va a diminuire i livelli dei grassi nel sangue, desmopressina, elemento spesso utilizzato per la cura del diabete.

Inoltre evitare la compresenza di tutti i farmaci con effetti simili a quelli di Imodium o che presentano il medesimo principio attivo, i farmaci che accelerano o rallentano la peristalsi intestinale, infine i farmaci che inibiscono il citocromo CYP450.

Per quello che invece riguarda la guida e l’utilizzo dei macchinari pesanti destinati allo svolgimento del proprio lavoro, prestare attenzione a particolari effetti collaterali che a volte possono essere procurati dall’assunzione di Imodium capsule molli; come: stanchezza, vertigini o stordimento. Nel caso in cui tali episodi si presentino, si consiglia di evitare di mettersi alla guida o di utilizzare macchinari pesanti.

Posologia

Per evitare i possibili effetti collaterali che possono essere provocati dall’assunzione di Imodium capsule molli, si consiglia di attenersi alle modalità e alla quantità di prodotto indicate nel foglietto illustrativo. Nel caso in cui si nutrano dubbi in merito, chiedere al proprio medico o farmacista.

Le capsule devono essere accompagnate da un po’ d’acqua per semplificarne l’assunzione. Si consiglia di somministrare 2 capsule negli adulti, poi al bisogno proseguire con 1 compressa dopo ogni evacuazione con feci non formate.

In ogni caso si consiglia di non superare mai la quantità massima di 8 capsule al giorno. Per quello che riguarda i bambini e gli adolescenti tra i 6 e i 17 anni, prima dell’assunzione chiedere il parere del medico e poi procedere con 1 capsula e proseguire sempre con 1 dopo ogni evacuazione con feci non formate.

Nel caso dei giovanissimi, la dose dovrebbe essere calcolata in base al peso corporeo, si considerano 3 capsule ogni 20 kg di peso, sempre senza superare le 8 capsule al giorno. Sia nei grandi che nei bambini, l’assunzione del prodotto deve essere interrotta quando le feci tornano normali o se da almeno 12 ore non ci sono più movimenti intestinali.

In ogni caso, la terapia non deve durare più di 2 giorni consecutivi. Il consiglio generale è quello di seguire minuziosamente le indicazioni per quello che riguarda le quantità e le modalità di assunzione.

Nel caso in cui si verifichi l’assunzione di una dose eccessiva di prodotto si consiglia di chiedere il parere al proprio medico, ovvero di rivolgersi presso la più vicina struttura ospedaliera. In genere un’assunzione eccessiva di Iodium capsule molli presenta i seguenti effetti: sonnolenza, rigidità dei muscoli o movimenti non coordinati, pupille contratte, difficoltà a respirare, torpore, difficoltà o impossibilità ad evacuare e diminuzione della diuresi.

Il maggior numero di casi in cui tali effetti indesiderati si sono presentati è nei più piccoli con età inferiore ai 4 anni. Quindi nel caso in cui per errore si somministri il prodotto ai bambini, chiedere subito il parere del proprio medico per intraprendere una terapia adeguata.

Imodium capsule molli: effetti collaterali

Imodium capsule molli è un parafarmaco e come tale potrebbe essere causa di alcuni effetti collaterali. Tali effetti possono essere prevenuti in maniera semplice, attenendosi alle modalità e alle quantità di prodotto raccomandato dal foglietto illustrativo.

In alcuni casi specifici il medico potrebbe consigliare l’assunzione di una quantità minore di parafarmaco. In ogni caso, se si presentano effetti collaterali, si consiglia di sospendere l’assunzione del prodotto e di chiedere il parere del proprio medico.

Un prodotto che può essere causa di effetti collaterali, ma non tutti i pazienti che si sottopongono al trattamento ne presentano. Gli effetti collaterali più comuni sono quelli connessi all’eccessiva sensibilità del soggetto nei confronti degli elementi contenuti in Imodium capsule molli.

Possono presentarsi delle reazioni allergiche anche moto gravi come shock anafilattici, che si presentano con: sfoghi cutanei, gonfiore delle mani, dei piedi, del viso, degli occhi, delle labbra, della gola, difficoltà respiratoria o brusco abbassamento della pressione del sangue. In alcuni casi ecco comparire: gonfiore dell’addome associato a dolore, nausea, vomito, impossibilità ad evacuare, segni di ostruzione intestinale o di megacolon.

Altri effetti indesiderati molto comuni sono: mal di testa, capogiri e sonnolenza. L’eccesso di utilizzo di Imodium 12 compresse orosolubili 2 mg, può essere causa di: stitichezza, nausea flatulenza, addome gonfio e dolorante, bocca secca, cattiva digestione.

E ancora: in alcuni casi la lingua si gonfia, si presentano bolle e macchie, la pupilla si contrae e vi è ritenzione urinaria. Nei casi più gravi vi è un rallentamento delle funzioni mentali, svenimento e disturbi nella coordinazione muscolare.

Questi sono gli effetti indesiderati che sono stati documentati. Nel caso in cui si noti il sopraggiungere di disturbi che non sono stati indicati, si consiglia di segnalarlo al sito web dell’agenzia del farmaco per riuscire ad aggiornare il foglietto illustrativo.

Conservazione e scadenza

Non somministrare Imodium capsule molle dopo la data di scadenza. Essa viene indicata sulla confezione del prodotto, in genere si indica il mese e l’anno, per quello che riguarda il giorno, ci si attiene all’ultimo del mese indicato sulla confezione.

La data di scadenza del prodotto la si ritiene valida nella misura in cui il farmaco sia stato conservato nella maniera corretta. Quindi si consiglia di conservare il prodotto lontano da fonti di luce e di calore diretto.

L’ambiente in cui il prodotto viene conservato non deve essere umido. Si prega inoltre di conservare Imodium capsule molli in un ambiente che non sia umido.

Un parafarmaco che non ha bisogno di alcuna prescrizione medica. In alcuni casi però, esso non può essere assunto e in altri casi è indispensabile chiedere il parere del proprio medico. Nel caso in cui si abbia bisogno di gettare il prodotto, chiedere consiglio al proprio farmacista per non inquinare l’ambiente. Ti consiglio di visitare il nostro blog per scoprire di più e di seguirci sui nostri social per ulteriori aggiornamenti da parte nostra!

Informazioni aggiuntive

Formato

12 Capsule Molli, 12 Compresse Orosolubili, 8 Capsule Rigide

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Imodium Capsule Molli, Compresse Orosolubili e Capsule Rigide”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.