Gynocanesten Crema Vaginale, Compresse, Detergente e Capsule Monodose

8,2313,23

Gynocanesten crema è un prodotto che risulta essere efficace per contrastare le infezioni batteriche vaginali. Gynocanesten crema è un parafarmaco ad utilizzo topico locale.

Svuota
COD: N/A Categoria: Tag:

Descrizione

Gynocanesten crema è solo una delle forme in cui il prodotto si presenta ed è possibile acquistarlo. Un composto antimicotico ad uso ginecologico. Il suo utilizzo permette di bloccare la crescita di funghi e lieviti all’interno deo condotta vaginale. Per quello che riguarda Gybocanesten crema occorre procedere ad utilizzo locale.

Gynocanesten crema è solo una delle composizioni di un prodotto molto efficace che si può presentare anche come Gynocanesten compresse e Gynocanesten detergente. Per quello che riguarda Gynocanesten crema candida essa è stata elaborata con principi attivi che agiscono in maniera veloce e mirata.

Un prodotto ad utilizzo topico che viene applicato per la sua funzione antimicotica. Il composto è in grado di inibire la crescita di quelli che sono organismi invasivi come i funghi e i lieviti.

Una crema vaginale che viene applicata in maniera locale per trattare le infezioni vulvocaginali sostenute da candida. Un prodotto che non ha bisogno di prescrizione medica e che può essere acquistato sia in farmacia che in parafarmacia.

In genere però l’utilizzo viene consigliato da un esperto ginecologo che abbia valutato la situazione della paziente. Le infezioni mitotiche a livello vaginale si presentano con: prurito, leucorrea (perdite vaginali biancastre), arrossamento e sensazione di gonfiore della mucosa vaginale, bruciore al passaggio dell’urina.

Gynocanesten crema: cos’è e composizione

Si consiglia l’utilizzo del prodotto solo nelle donne adulte ovvero nelle adolescenti al di sopra dei 12 anni. Gynocanesten crema è pensato per agire velocemente.

Quindi si raccomanda l’utilizzo per un periodo piuttosto breve. Se nell’arco di 7 giorni non si notano miglioramenti, ovvero si dovesse constatare un peggioramento delle condizioni della paziente, chiedere il parere del proprio medico.

Il principio attivo che è stato utilizzato per la composizione di Gynocanesten crema è il: clotrimazolo. Gli altri componenti, invece, sono: sorbitano monostearato, polisorbato 60, cetil palmitato, alcol cetostearilico, ottildodecanolo, alcol benzilico, acqua depurata.

Ci sono dei casi in cui il prodotto non può essere utilizzato.Ci si riferisce a tutti quei soggetti che hanno mostrato segnali di allergia al clotrimazolo o a uno qualunque degli altri elementi presenti nella composizione del parafarmaco. Il prodotto per l’acquisto e l’utilizzo non ha bisogno di alcuna prescrizione medica.

In caso di dubbi, però si consiglia di chiedere il parere del proprio medico o del farmacista. Inoltre si consiglia di chiedere il parere di un esperto nel caso in cui, in passato si siano verificati casi in cui si è sofferto di disturbi micotici.

Inoltre chiedere il parere del proprio medico nel caso in cui si abbia febbre superiore ai 38 gradi, dolore al basso ventre, mal di schiena, perdite vaginali maleodoranti, nausea, sanguinamento vaginale e dolore alle spalle. Gynocanesten crema è un parafarmaco ad utilizzo topico.

Avvertenze su Gynocanesten crema

Essendo un prodotto ad utilizzo esterno, come tutti i prodotti ad utilizzo cutaneo può essere causa di fenomeni di sensibilizzazione. Nel caso in cui si dovessero verificare casi del genere, si consiglia di consultare il proprio medico o chiedere il parere del proprio farmacista.

Nell’utilizzo del prodotti fare attenzione a non far entrare la crema in contatto con gli occhi. Non ingerire il prodotto. Inoltre si consiglia, nel caso in cui si intraprenda il trattamento con la pomata di evitare rapporti vaginale per non trasmettere l’infezione al partner. Prestare particolare attenzione all’interferenza che Gynocanesten crema candida può avere con i prodotti a base di lattice.

Quindi l’utilizzo di preservativi e diaframmi può non essere efficace. Il prodotto dovrebbe essere applicato solo dopo aver letto le indicazioni di utilizzo. L’applicazione deve avvenire nell’area genitale, quindi per le donne sulle labbra e sulle aree adiacenti alla vulva, per gli uomini su: prepuzio e glande del pene.

Problematiche correlate all’utilizzo di Gynocanesten crema

Gynocanesten crema è un parafarmaco che non ha bisogno di prescrizione medica, ma come tale può interferire con altri prodotti similari e viceversa. Quindi nel caso in cui si stiano assumendo altri prodotti o utilizzando dei farmaci e parafarmaci ad utilizzo topico e si abbia il bisogno di utilizzare Gynocanesten crema candida, si consiglia di comunicarlo al proprio medico curante.

Quindi chiedere il parere medico se di recente si è assunto un qualsiasi altro medicinale. Si consiglia di chiedere al proprio medico se si è sotto trattamento a base di: sirolimus o tacrolimus orale in genere utilizzati per il rigetto a seguito dei trapianti di organo.

Tale accorgimento lo si deve avere in quanto Gyocanesten crema può aumentare i livelli di sirolimus e tacrolimus nel sangue. Una condizione in cui il proprio medico specialista dovrà procedere a controllo costante della situazione per evitare qualunque effetto collaterale.

Per quello che invece riguarda la guida di automobile o l’utilizzo di macchinari pesanti per lo svolgimento del proprio lavoro, non vi sono effetti indesiderati che possano comprometterne la capacità di svolgere tali attività. Gynocanesten crema è un prodotto a base di alcol cetostearilico, questo può essere causa di reazioni locali cutanee.

Gravidanza e allattamento

Nel caso in cui sia in corso una gravidanza, la si sospetti o la si stia pianificando chiedere il parere del proprio medico prima dell’utilizzo di Gynocanesten crema. Come detto in precedenza, nel caso in cui si utilizzi la crema non si dovrebbero avere rapporti vaginali per almeno 7 giorni, quindi pianificare una gravidanza non sarebbe possibile.

Gli studi scientifici ad oggi non hanno prodotto molti dati in merito alle controindicazioni per quello che riguarda l’utilizzo del principio attivo del prodotto durante la gravidanza. In ogni caso, in via del tutto precauzionale si consiglia di evitarne l’utilizzo almeno nel primo trimestre di gravidanza.

Lungo i 9 mesi di gestazione chiedere consiglio al proprio medico. Non dimenticare che durante la gravidanza ci sono dei prodotti specifici per contrastare l’insorgenza di infezioni batteriche e micotiche.

Più che l’utilizzo di Gynocanesten crema durante la gravidanza si consiglia l’assunzione di Gynocanesten compresse. Per quello che riguarda l’allattamento al seno, si consiglia di non utilizzare Gynocanesten crema durante l’allattamento in quanto potrebbe passare il principio attivo nel latte materno e creare effetti indesiderati sul bambino. In caso di dubbi o di perplessità si consiglia di chiedere il parere al proprio medico ovvero al farmacista.

Posologia Gynocanesten crema

Si consiglia di utilizzare Gynocanesten crema solo dopo aver letto attentamente le indicazioni. Attenersi sempre alle indicazioni fornite per quello che riguarda le modalità di utilizza e le quantità adatte al trattamento.

Nel caso in cui non fossero sufficienti le indicazioni del foglietto illustrativo rivolgersi al proprio medico o farmacista. Salvo diversa indicazione di un esperto il trattamento a base di Gynocanesten deve essere protratto per un massimo di 3 giorni consecutivi.

A tali tempi è possibile poi aggiungere un ulteriore periodo di trattamento di altri 3 giorni se indicato necessario dal dottore. Nel caso in cui sia stata diagnosticata: vulvite o balanite da Candida, si consiglia di continuare con il trattamento per 2 settimane per evitare che vi sia nuova reinfezione.

Nel caso in cui le patologie si ripresentino è il caso di procedere con dei controlli specifici in quanto è possibile vi siano delle problematiche di fondo. In ogni caso non superare le dosi massime consigliate.

Durante il trattamento con Gynocanesten crema si sconsiglia di utilizzare: tamponi, lavande vaginali, spermicidi o altri prodotti vaginali. Per non trasmettere l’infezione anche al proprio partner si consiglia di evitare rapporti vaginali durante il trattamento.

Il trattamento dovrebbe essere iniziato e concluso nel periodo intermestruale. Nel caso in cui si noti che il disturbo si presenta di nuovo, anche se con modalità differenti, chiedere al proprio medico.

Altre informazioni

Nello stesso modo, si consiglia di consultare il medico nel caso in cui si noti che dopo 7 mesi il disturbo non accenna a volersi risolvere. Per applicare il prodotto si consiglia di sdraiarsi con la pancia in alto e le gambe leggermente piegate.

Quindi introdurre l’applicatole profondamente in pagina. Prima di fare questo estrarre Gynocanesten monodose dall’applicare fino al suo arresto, aprire il tubi e inserire l’applicatole monouso.

Si consiglia di applicare il prodotto non solo all’interno ma anche all’esterno nella zona perinatale fino a quella anale. applicare uno strato sottile fino a 3 volte al giorno con un lieve massaggio.  Per evitare reiezioni si consiglia di utilizzare Gynocanestem monodose.

Al momento non è possibile indicare quali possano essere gli effetti di sovradosaggio del prodotto. È possibile che vi sia ingestione di Gynocanesten crema.

Nel caso in cui per errore si ingerisca il prodotto, rivolgersi al proprio medico ovvero recarsi presso la struttura ospedaliera più vicina. Al momento non si conoscono antidoti, si interverrà con pulizia intestinale. Se si dimentica una dose del prodotto, si consiglia di non utilizzare una dose doppia la volta successiva.

Effetti indesiderati

Gynocanesten crema è un parafarmaco e come tale potrebbe essere causa di effetti collaterali. Anche se alcuni di essi sono molto frequenti non tutte le persone li manifestano e non tutti con la stessa intensità.

Alcuni degli effetti indesiderati che sono stati segnalati ma si cui non si ha una frequenza nota sono alcuni disturbi del sistema immunitario. In particolare è possibile che si presentino reazioni allergiche, perdita di coscienza temporanea, pressione del sangue bassa.

Inoltre: difficoltà a respirare e orticaria. Si segnalano poi le patologie della mammella e le patologie dell’apparato riproduttivo. È possibile che si noti: desquamazione dell’area genitale, prurito, eruzione cutanea, gonfiore causato dall’accumulo di liquidi, arrossamento della pelle, fastidio, bruciore, irritazione, dolore pelvico, sanguinamento vaginale. In alcuni casi è possibile accusare dolore a livello addominale.

Seguire attentamente le indicazioni fornite per quello che riguarda le modalità e le quantità da utilizzare per poter evitare un gran numero di effetti collaterali collegati sia al sovradosaggio che a ipersensibilità nei confronti degli eccipienti presenti nella composizione.

Gynocanesten crema: altre informazioni

Se si nota l’insorgenza di effetti collaterali si consiglia di sospendere immediatamente l’assunzione del prodotto e chiedere il parere del proprio medico. Nel caso in cui si dovessero notare effetti collaterali non indicati si consiglia di chiedere le modalità corrette al medico o al farmacista per segnalare l’effetto indesiderato al sito Aifa al fine di aggiornare il foglietto illustrativo.

Per evitare effetti indesiderati si consiglia di seguire alcune norme igieniche basilari. Innanzitutto si consiglia di non utilizzare indumenti troppo stretti, biancheria intima in tessuti sintetici. Preferire prevalentemente il cotone e le fibre naturali. Non utilizzare saponi intimi che vada ad alterare il pH naturale della zona intima.

Evitare le lavande vaginali che potrebbero alterare l’ambiente e quindi favorire l’attecchimento di infezioni. Nel caso in cui si utilizzino assorbenti interni, si consiglia di cambiamo frequentemente e di non utilizzarlo nelle ore notturne. In ogni caso, preferire gli assorbenti esterni.

Gynocanesten detergente: in conclusione

Non utilizzare Gybocanesten crema dopo la data di scadenza. Prima dell’utilizzo consultare la data di scadenza sulla confezione. In genere viene indicato il mese e l’anno di scadenza. Per quello che riguarda il giorno, si può far riferimento all’ultimo giorno del mese indicato.

La data di scadenza di Gynocanesten crema è da ritenersi valida solo nel caso in cui il prodotto sia stato conservato nella maniera corretta. Tenere dunque il prodotto fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Il prodotto deve essere conservato all’interno della confezione integra lontano da fonti di luce e di calore dirette. Si consiglia di consumare la crema entro 3 mesi dall’apertura del prodotto.

Conservare Gynocanesten crema all’interno della confezione originale e con il foglietto illustrativo in modo tale che chiunque possa consultare le indicazioni specifiche per l’utilizzo del prodotto. Seguire sempre tutte le indicazioni fornite per non avere effetti indesiderati.

Tale avvertimento ha valore anche in merito alla data di scadenza del prodotto. Nel caso in cui si abbia bisogno di gettare via il prodotto inutilizzabile chiedere le modalità corrette al proprio farmacista per evitare di contaminare l’ambiente.

Non gettare Gynocanester negli scarichi domestici ovvero nei rifiuti della propria abitazione. Non somministrare nei bambini al di sotto dei 12 anni, non utilizzare in gravidanza.

Nel caso in cui si abbiano dei dubbi si consiglia di chiedere il parere del medico o del farmacista. Il prodotto può essere utile per contrastare l’insorgere di infezioni di origine batterica come la candita. Durante il trattamento non avere rapporti vaginali per evitare di contagiare il partner con l’infezione. Ti consigliamo di consultare il nostro blog sempre ricco di nuovi contenuti e i nostri canali social sempre aggiornati sugli argomenti di tendenza.

Informazioni aggiuntive

Formato

12 Compresse, Crema Vaginale 30g 2%, Detergente Lenitivo 200ml, Monodose 500mg 1 Capsula Vaginale

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gynocanesten Crema Vaginale, Compresse, Detergente e Capsule Monodose”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.