-7% di sconto

Daflon 500mg 60 Compresse Rivestite 500mg

18,95

Daflon 500mg è un medicinale utile a trattare sintomi e segni dell’insufficienza venosa, rafforzando i vasi sanguigni in particolar modo i capillari e migliorando il microcircolo. Utile anche anche in caso di emorroidi (2 compresse al giorno)

COD: 023356049 Categorie: ,

Descrizione

È un medicinale basato su flavonoidi che contrastano i sintomi di insufficienza venosa comprese anche le emorroidi e gli stati di fragilità capillare. Daflon 500 è un vasoprotettore che grazie alla sua formulazione, che è composta da diosmina e altri flavonoidi che permettono di ottenere un effetto benefico anche sul microcircolo. Il processo che queste sostanze attiva riesce a ottenere un veloce assorbimento del prodotto per avere un rapido effetto.

Ma come funziona il Daflon 500?

I principi attivi contenuti in questo prodotto esercitano la loro attività a livello delle vene in modi diversi, aiutando a contrastare tutti i sintomi all’origine. Il Daflon 500 normalizza la micro circolazione, migliora la permeabilità delle vene e aumenta la resistenza capillare, inoltre migliora il tono venoso fin dallo stadio iniziale dell’insorgenza dei primi sintomi.

Diosmina ed esperidina sono i principi attivi contenuti in questo farmaco. Sono due sostanze appartenenti al regno dei flavonoidi. Essi sono una classe di sostanze vegetali che sono bioattive e che contano più di 8000 composti.

I flavonoidi sono prodotti dalle piante e svolgono tantissime funzioni. Hanno effetti sulla salute, riconosciuti e studiati. Sono risorse del mondo naturale molto preziose. La diosmina e l’esperidina hanno entrambi un ruolo vasoattivo con effetti benefici sui problemi di circolazione. Gli studi hanno mostrato che gli effetti di queste molecole sul sistema venoso e sulla microcircolazione sono ottimi.

Fragilità capillare nelle gambe

Diosmina ed esperidina contenuti nel Daflon 500 sono presenti sotto forma di frazione flavonoica che è una tecnica farmaceutica che riduce le dimensioni del principio attivo e ne migliora il dissolvimento per favorire anche un rapido assorbimento nel tratto gastrointestinale.

Alcuni studi clinici hanno suggerito che sia diosmina che esperidina, sotto forma di frazione micronizzata purificata, hanno effetti positivi non solo sul tono venoso, ma anche sulla microcircolazione e sul drenaggio a livello linfatico.

Per cosa è indicato il Daflon 500?

Questo farmaco può essere usato per la terapia nel trattamento delle varici, delle complicanze flebitiche e delle emorroidi, anche legate a stati di fragilità capillare.Il suo meccanismo d’azione è molto semplice.

I flavonoidi contenuti in esso, in particolare la diosmina, se assunti per via orale vengono metabolizzati dalla flora dell’intestino come principi attivi che in grado di essere assorbiti dalla mucosa per essere poi distribuiti attraverso la circolazione.

L’azione vasotonica avviene anche attraverso l’attivazione di numerose vie molecolari, in grado di stabilizzare le pareti dei vasi sanguigni e di migliorare anche il profilo del sangue.

La letteratura scientifica è ancora impegnata nella caratterizzazione della funzionalità dei flavonoidi, un’azione vasotonica, un’azione antipermeabilizzante, e un blocco dei meccanismi pro infiammatori e anche un’azione antiedematosa, probabilmente dovuta al miglioramento della funzionalità del circolo drenante della rete linfatica del corpo. Il Daflon 500 ha un’emivita di circa 12 ore, poi è espulso prevalentemente attraverso le feci.

Il trattamento con DAFLON e i pazienti affetti da insufficienza venosa cronica

Questo medicinale ha consentito un miglioramento sia della sintomatologia che degli aspetti clinici solo dopo pochi mesi di trattamento. Si possono registrare infatti sia una significativa riduzione del dolore e del fastidio agli arti inferiori, che una riduzione della circonferenza del polpaccio ed conseguentemente della scala dek dolore.

L’utilizzo di Daflon 500 è indicato soprattutto nel trattamento dei sintomi dell’insufficienza venosa, soprattutto se non sono comparse le prime, antiestetiche e non sane vene varicose. L’ipertensione venosa ed anche il ristagno nelle vene che si osservano nei pazienti con insufficienza venosa cronica intrappolano i leucociti ematici e la conseguenza è l’attivazione del processo infiammatorio.

L’infiammazione è così caratterizzata anche dal peggioramento del tono vascolare e delle molecole di adesione. La sintomatologia non solo peggiora ma si cronicizza ulteriormente e si facilita l’insorgenza di ulcere venose con e senza sanguinamenti.

L’efficacia di Daflon 500 nel trattamento dell’insufficienza venosa anche cronica non è associata alla riduzione della sintomatologia, ma ha anche ad un’importante e grande azione antinfiammatoria, che è controllabile anche attraverso la riduzione della concentrazione dei markers infiammatori.

Modalità d’uso e posologia

La confezione contiene compresse rivestite da 500 mg di flavonoidi.Il dosaggio consigliato è quello di 2 compresse al giorno, meglio se assunte con un bicchiere d’acqua e durante i pasti.

Nel trattamento delle emorroidi, la dose giornaliera può essere anche incrementata fino ad arrivare a 6 compresse nei primi quattro giorni e poi ridotta a 4 compresse nei 3 giorni successivi.

L’impostazione corretta della terapia dovrebbe comunque essere seguita e data dal medico, tenendo conto non solo delle condizioni di salute del paziente, ma anche della gravità e tipologia della patologia per cui si assume il Daflon 500.

Avvertenze e principi attivi

Daflon 500 è ben tollerato, quindi non ci sono particolari avvertenze.In gravidanza e allattamento non ci sono studi che hanno valutano gli effetti collaterali sia sulla salute del feto e anche del neonato, in seguito all’assunzione in gravidanza, quindi non è possibile definire il profilo di sicurezza del farmaco in questo caso.Sarebbe opportuno evitare l’assunzione di Daflon 500 in gravidanza e allattamento.

Questa precauzione è sostenuta anche da alcune evidenze sperimentali, che mostrano una possibile mutazione di alcuni geni che controllano la proliferazione cellulare. Quindi ne consegue che il Daflon è controindicato in caso di gravidanza e allattamento, e in caso di ipersensibilità verso uno dei suoi principi attivi.

Al momento non sono segnalate interazioni che possano alterare il profilo farmacocinetico di questo prodotto.

Effetti indesiderati e collaterali

La sperimentazione clinica e il monitoraggio post-vendita indicano una buona tollerabilità di Daflon. Le uniche reazioni avverse e poco rilevanti comprendono disturbi gastro-intestinali, bocca secca, sudorazione, depressione modesta e eccitabilità transitoria.

Daflon è un farmaco da banco a base di diosmina e flavonoidi, utile per il trattamento delle emorroidi e per tutti i sintomi relativi ad una insufficienza venosa o a stati di fragilità capillare.

Il Daflon è in grado di agire non solo a livello delle vene, ma riduce la stasi venosa e favorisce il ripristino di elasticità, a livello della microcircolazione, e aumenta la resistenza di capillari e favorisce la permeabilità.

Per questo motivo può essere usato nel trattamento delle emorroidi e contrasta la sensazione di gambe stanche o pesanti e per previene la formazione delle così anti estetiche vene varicose.

Le emorroidi da cosa sono causate?

Sono una dilatazione dei plessi venosi che sono situati in corrispondenza dei tessuti del retto e dell’ano, si formano dei cuscinetti che, in determinate condizioni che insorgono, possono ingrossarsi e causando dolore. Le emorroidi, simili alle vene varicose delle gambe, possono essere o interne, quando non fuoriescono dall’ano oppure esterne se sono visibili.

Generalmente, questo fastidioso disturbo, si presenta dopo periodi di stitichezza prolungata, oppure durante la gravidanza, ma anche a causa forte obesità, alimentazione scorretta, o uso eccessivo di cibi piccanti e spezie e bevande alcoliche.

Spesso le emorroidi non danno alcun fastidio, invece, in altri casi, portano perdita di sangue all’emissione delle feci, oppure prurito, bruciore e pesantezza anche a livello rettale.

Per porre rimedio a questo disturbo fastidioso è possibile quindi ricorrere a Daflon 500, che come già detto è in grado di migliorare la circolazione del sangue nelle vene e di favorire la permeabilità dei vasi e combattere l’insufficienza venosa.

In generale, cosa si può fare per la prevenzione delle emorroidi?

È buona norma evitare bibite gassate, alimenti conservati e in scatola, alcolici, formaggi stagionati o fermentati, alimenti fritti, peperoncino e salse troppo piccanti.

Mangiare molta frutta e verdura fresca aiuta ma ricordiamo che sarebbe meglio evitare melanzane, pomodori e peperoni che, col tempo, tendono ad irritare non solo l’intestino ma anche le sue pareti così vascolarizzate. Mangiare riso e pasta integrale, che sono ricchi di fibre, aiuta perché favoriscono un corretto e regolare movimento e transito intestinale.

È possibile magiare spesso pesce, carne bianca, latte, se non si è intollerante, e anche formaggi freschi, ed è meglio evitare un uso eccessivo di sale e bere molta acqua. Praticare regolare attività fisica e seguire uno stile di vita attivo, sano ed equilibrato è un altro elemento che può aiutare a contrastare le emorroidi.

Il Daflon 500 e l’insufficienza venosa

Quando le gambe diventano pesanti si parla di insufficienza venosa che è un disturbo molto comune, sopratutto negli arti inferiori. È una condizione patologica che è causata dal ristagno del sangue nelle vene delle gambe.

Il disturbo colpisce le donne soprattutto e può manifestarsi non solo con senso di pesantezza e dolore, ma anche con gonfiore alle gambe e alle caviglie, arrossamenti, prurito, comparsa di capillari visibili e in seguito, vene varicose e ulcere. Anche se non è una condizione grave può compromettere sia la qualità della vita che le abitudini delle persone colpite.

Quali sono le cause dell’insufficienza venosa?

Le gambe sono pesanti e possono essere un problema non transitorio: potrebbe essere una condizione a lungo termine che rende difficoltosa e più lento il ritorno del sangue attraverso le vene di gambe, piedi che va verso il cuore, alterando la circolazione sanguigna, in particolare modo se si è in piedi.

Spesso, inoltre, l’insufficienza venosa è anche connessa a un’indeboliimento delle pareti delle vene. Tutto questo porta al manifestarsi di segni e di sintomi tipici dell’insufficienza venosa e che Daflon 500 può diminuire e a lungo andare eliminare.

Descrizione e informazioni base di Daflon 500

La confezione è da 60 Compresse Rivestite, la denominazione e la categoria farmacologica è d ius vasoprotettore e venotonico. I suoi principi attivi sono: 500 mg di frazione flavonoica purificata micronizzata, 450 mg di diosmina e 50 mg di flavonoidi espressi in esperidina.

Ecco la lista degli eccipienti: cellulosa microcristallina, carbossimetilamido sodico, gelatina, glicerina, sodio laurilsolfato, ipromellosa, ossido di ferro giallo E172, ossido di ferro rosso E 172, titanio diossido, magnesio stearato, macrogol 6000, talco.

Le indicazioni sono verso sintomi attribuibili a insufficienza venosa, stati di fragilità capillare. La posologia è di 2 compresse rivestite con film al giorno (1 a mezzogiorno e 1 alla sera, meglio se con i pasti).

Questo medicinale non richiede alcuna condizione in particolare per la sua conservazione. Non ci sono particolari avvertenze o interazioni farmacologiche clinicamente rilevanti nelle esperienze post vendita del prodotto.

Effetti indesiderati di Daflon 500

Ci sono degli effetti o reazioni avverse riportati e sono stat i classificati secondo delle diverse frequenze: molto comune (>=1/10), comune (>=1/100, <1/10), non comune (>=1/1.000, <1/100), raro (>=1/10.0 00, <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota.

In quelle rare segnaliamo: vertigini, malessere generale e cefalea, rash, prurito, orticaria, Come comuni: diarrea, nausea, vomito Come non comune: colite Non nota: trombocitopenia, il dolore addominale, l’edema al volto o alle palpebre.

 

La segnalazione di altre reazioni avverse può sempre essere segnalata

Gli studi sugli animali non indicano tossicità riproduttiva, ma a scopo puramente precauzionale è meglio evitare l’uso di Daflon 500 in gravidanza e allattamento anche se non è noto se il principio attico siano escreti nel latte materno.

La decisione se interrompere l’allattamento con latte materno o interrompere la terapia con il Daflon 500 deve tenere in considerazione il beneficio dell’ allattamento per il bambino e allo stesso tempo il beneficio della terapia nella donna.

Per quanto riguarda la fertilità gli studi sulla tossicità riproduttiva non hanno evidenziato effetti né sulla fertilità né sull’apparato riproduttivo del Daflon 500. Il Daflon 500 può essere acquistato online, in farmacia, ma è sempre consigliato, prima di iniziare l’assunzione di rivolgersi al proprio medico di base e consultarlo sempre prima di assumere qualsiasi farmaco o nuova sostanza, anche se da banco.

A questo proposito, bisogna sempre seguire le raccomandazioni del medico, non solo in merito alla prescrizione e alla posologia ma anche tenendo conto dell’eventuale ginnastica da eseguire e l’uso o meno di calze elastiche (anche chiamate calze da varici).

Se usato correttamente Daflon 500 non necessita particolari precauzioni ma bisogna sempre informare il proprio medico o farmacista nel caso si soffra di altre malattie, allergie o si assumono altri medicamenti di qualsiasi genere, anche da banco.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Daflon 500mg 60 Compresse Rivestite 500mg”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.