Integratori a base di Maca

Il maca sotto forma di integratore è una pianta che sta riscuotendo un successo veramente enorme, specialmente tra i paesi occidentali nel corso degli ultimi anni: infatti, ci sono sempre più persone che hanno iniziato ad acquistare questa sostanza per il proprio benessere. Quando si parla del Maca, si fa riferimento ad una pianta che moltissimi individui conoscono anche come Ginseng peruviano: esso è venduto al grande pubblico attraverso degli ottimi integratori.

Un altro nome con il quale questa sostanze è conosciuta è anche Ginseng delle Ande: questo nomignolo deriva dal fatto che la sostanza è coltivata su queste montagne sud americane, ad un’altitudine che supera di gran lunga i tremila o i quattromila metri. Questa pianta fa parte della grande famiglia delle Brassicaceae, tuttavia in ambito scientifico non è chiamata Maca ma Lepidium Meyeni: la sua parte più importante ed utilizzata è la radice, usata per produrre gli integratori.

La pianta, invece, viene utilizzata da moltissimi individui per contrastare quelli che sono i periodi di forte stress, l’ansia, così come anche la stanchezza diffusa in tutto il corpo. Infatti, è risaputo che il Ginseng delle Ande è ottimo per ricaricare le proprie batterie, migliorando le prestazioni psicofisiche, che calano di solito nei periodi di forte stress.

Maca… prima di essere un integratore

Il Maca sotto forma di integratore viene consumato specialmente nel corso degli ultimi anni, tuttavia questa pianta ha una storia veramente lunghissima e tutte le sue capacità e benefici sono ben conosciute sin dai tempi più remoti. In particolare, tutte le caratteristiche e le virtù mediche di questa ottima pianta sono note dall’epoca precolombiana: gli inca consideravano questa pianta un vero e proprio dono arrivato proprio dagli dei.

Proprio per questo motivo, gli Inca utilizzavano questa pianta per avere donare una forte scarica di energia non solo ai sacerdoti, ma anche ai guerrieri prima delle battaglie più importanti: tuttavia, erano conosciute già anche altre caratteristiche del Maca. Tra le qualità ascrivibili a questa pianta, infatti, ci sono delle virtù rinvigorenti ed anche afrodisiache, specialmente in campo sessuale: questa pianta veniva dunque consumata nei momenti di coppia.

Il Maca veniva consumato dagli Inca per migliorare le proprie prestazioni sessuali, in modo da avere più energie e soprattutto per performare meglio. Nei tempi successivi, poi, questa pianta è stata studiata anche da medici e scienziati di tutto il mondo: le sue componenti sono state studiate in laboratorio e sono state scoperte altre qualità che riguardano questa pianta.

Oggi, viene utilizzata per creare integratori che rinforzano l’organismo, specialmente in periodi di stanchezza o spossatezza.

Caratteristiche dell’integratore di Maca

Il Maca è un ingrediente naturale conosciuto sin dai tempi antichi a causa delle sue moltissime qualità e caratteristiche, e proprio per questo motivo viene analizzato anche al giorno d’oggi, per scoprire altre sue funzioni e per sviluppare degli integratori ottimi. Quando si parla del Maca, si fa riferimento ad un ortaggio che fa parte della grande famiglia delle crocifere (sono crocifere ad esempio i cavoli, i broccoli ed i cavolfiori).

L’integratore di maca viene utilizzato in campo medico dagli abitanti delle Ande da millenni: questa radice viene impiegata specialmente per favorire la fertilità, sia negli uomini che nelle donne, favorendo l’aumento del desiderio sessuale. Tuttavia, questa radice miracolosa, non solo è in grado di aumentare il desiderio sessuale, ma fa anche aumentare la resistenza e le energie in ambito sessuale.

L’ortaggio si compone di una parte che si può consumare, che è la radice che cresce sotto terra e che è simile ad una rapa: tuttavia, il suo sapore è veramente sgradevole, e per questo viene consumata solamente sotto forma di integratore. Le persone che si sono nutrite di Maca sostengono che il suo sapore è terroso e legnoso, un po’ piccante ma anche amaro, tuttavia si sposa bene con la vaniglia, che lo copre efficientemente.

Altre proprietà

L’ortaggio delle Ande, conosciuto anche come maca oppure Ginseng peruviano, viene impiegato sin dai tempi antichi al fine di produrre un ottimo integratore in grado di fornire un validissimo benessere all’organismo intero. A proposito di ciò, la radice, quando è stata analizzata chimicamente, ha mostrato delle sostanze davvero uniche al suo interno, quali alcuni amminoacidi essenziali: isoleucina, treonina e triptofano, metionina, lisina e leucina.

Oltre a questi amminoacidi essenziali, all’interno della radice di maca si sono anche moltissimi minerali, quali ad esempio il calcio, il fosforo, il manganese, lo zinco ed il ferro, gli alcaloloidi, le saponine ed i glucosinolati. Inoltre, moltissime persone definiscono il Maca un “alimento completo”, in quanto al suo interno sono presenti tutti i nutrienti essenziali per il corpo umano.

Nello specifico, all’interno di 100 grammi di questa radice, è possibile trovare 325 calorie, di cui: 72 grammi sono carboidrati, 14 grammi sono proteine e 3 grammi sono i grassi. Infine, oltre ai macronutrienti, sono presenti anche moltissimi micronutrienti dei quali il corpo ha bisogno: tra questi ci sono magnesio, potassio, vitamina C, vitamina B6, ferro e e anche potassio.

I suoi numerosi benefici

Quando consumato sotto forma di integratore, il maca è un prodotto che fornisce moltissimi benefici per l’organismo intero: per tale ragione, si tratta di un integratore consumato da numerosissimi soggetti in tutto il globo. Oltre alle caratteristiche del maca che già sono state evidenziate, è possibile ascrivere a questa radice andina moltissime altre caratteristiche ottime per il corpo umano.

Infatti, il maca è un ottimo alleato della propria vita sessuale, perché fa aumentare notevolmente quelle che sono le energie sessuali, rendendo sia l’uomo che la donna che lo assume molto più ferite. Questi benefici erano già conosciuti dagli antichi Inca, ma sono stati poi confermati dai moderni scienziati che hanno effettuato moltissime analisi chimiche sulla composizione di questa radice magica.

Nello specifico, si è osservato che la sostanza ha causato moltissimi benefici nei topi che sono stati testati, perché in essi è stato riscontrato un forte aumento nella produzione di sperma, oltre ad un aumento del volume testicolare. Invece, sugli esseri umani, il maca riesce a migliorare gli spermatozoi, senza però modificare la concentrazione ematica di ormoni sessuali come testosterone ed estradiolo.

Ultime caratteristiche dell’integratore di Maca peruviana

Dunque, è facilmente comprensibile come mai l’integratore di maca peruviana venga chiamato anche Ginseng delle Ande o ginseng peruviano, in quanto riesce a fornire un vero e proprio picco di energia allo stesso modo del Ginseng classico. Tuttavia, c’è da aggiungere che il Maca sotto forma di integratore non viene utilizzato solamente per rendere migliori le prestazioni sessuali e la fertilità: esso è utile anche in altri ambiti.

In primo luogo, è stato mostrato che questo integratore è in grado di esercitare un fortissimo controllo sulla pressione arteriosa: in particolare, si sono verificati dei cali nei picchi di pressione alta in moltissime donne che hanno assunto questa radice magica. Successivamente, il maca come integratore viene utilizzato anche in ambito sportivo, proprio per la sua capacità di aumentare la resistenza: i muscoli striati sottoposti a sforzi intensi reagiscono positivamente al maca.

Per questa ragione ci sono numerosissimi atleti e culturisti che integrano, all’interno della propria dieta, estratti di ginseng e di maca: essi recuperano velocemente le proprie energie e riescono a compiere degli allenamenti molto più efficienti. Infine, il Maca viene usato anche per rinforzare il sistema immunitario, in quanto contiene al suo interno degli alcaloidi in grado di migliorare il funzionamento del sistema immunitario.

In conclusione, si è risposto in questa guida alla domanda “a cosa serve l’integratore di Maca?”. Come si è potuto constatare, questa radice è ottima e migliora la vita di chi la assume: tuttavia, proprio come ogni integratore, c’è bisogno dell’approvazione del proprio medico per poter iniziare a consumarlo.

Visualizzazione di 4 risultati