Buscofen Act Capsule Molli 400ml

9,9014,90

Buscofen Act è un’antinfiammatorio indicato per contrastare dolori mestruali, mal di testa forti o lievi, mal di denti, primi sintomi della febbre e dolore associati ad alcuni sintomi del raffreddore quali mal di schiena o dolori muscolari. Contiene ibuprofene.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

Buscofen Act contiene ibuprofene. Il principio attivo è un’antinfiammatorio non steroideo (chiamato anche Fans): come tutti i Fans, blocca la produzione delle prostaglandine, molecole che provocano le infiammazioni. In particolare, l’Ibuprofene blocca l’attività degli enzimi chiamati Cox-1 e Cox-2.

A cosa serve Buscofen Act?

Date le sue proprietà contro le infiammazioni e quindi contro il dolore, questo farmaco viene utilizzato per alleviare dolori in caso di forti mal di testa, nevralgie, dolori o crampi mestruali, traumi (contusioni, distorsioni o strappi muscolari) e anche per trattare dolori post parto e post operatori.Buscofen Act, meglio se per brevi periodi è anche utile per combattere i sintomi di diverse malattie e disturbi come l’artrosi (anche in caso di spondilite) di dolori reumatici e anche di fastidiose lombalgie e sciatalgie.

Inoltre nei bambini può essere usato anche come antipiretico, per far diminuire la febbre.

Come si assume Buscofen Act?

L’Ibuprofene può essere preso sia sotto forma di compresse che di polvere effervescente, va assunto sempre a stomaco pieno. Le dosi di ibuprofene variano a seconda dell’età e dal disturbo per cui lo si prende.

È molto importante seguire attentamente le indicazioni del medico e anche alle istruzioni riportate sul foglietto illustrativo del buscofen act.

I Possibili Effetti collaterali che possono insorgere dipendono anche dall’assunzione o meno con altri medicamenti: Buscofen act se assunto in associazione con l’Acido Acetilsalicilico ne riduce l’azione protettrice sul cuore. Anche se mantenendosi al di sotto della dose massima giornaliera di 1200 mg il farmaco è sicuro.

Quali sono le controindicazioni di Buscofen Act?

Il Buscofen Act è controindicato in caso si soffra di insufficienza renale, malattie del fegato o del tratto gastrointestinale e in caso di malattie respriratorie.Sono inoltre possibili interazioni con alcuni farmaci.

Ad esempio il Buscofen Act non deve essere utilizzato insieme ad altri antinfiammatori perchè possono aumentare il rischio di sanguinamento e ulcerazione gastrointestinale, ketoprofene, nimesulide etc.

L’ibuprofene può provocare sanguinamento anche se utilizzato da solo. Per questo se dovessero comparire sintomi gastrointestinali è molto importante informare subito il medico.

Va messa anche particolare attenzione all’assunzione di Buscofen Act in concomitanza con alcol.L’alcol può aumentare gli eventuali effetti collaterali indotti dall’assunzione di ibuprofene quindi l’assunzione di bevande alcoliche dovrebbe essere evitata.

Va fatta attenzione anche ai farmaci contenenti alcol ed è bene rivolgersi comunque al proprio medico in caso di assunzioni di altri farmaci.

La Posologia consigliata è: adulti e bambini con più di 12 anni con peso corporeo maggiori di 40 kg: 400 mg di ibuprofene una o due volte al giorno.

L’intervallo tra una dose e l’altra deve essere almeno di 6 ore e non bisogna assumere mai più’ di 1200 mg di ibuprofene in 24 ore, e il trattamento deve essere di breve durata.

Se buscofen act deve essere assunto piu’ di 3 o 4 giorni o se i sintomi peggiorano, si consiglia di consultare il medico. L’assunzione dovrebbe sempre avvenire a stomaco pieno. Non sono richiesti particolari aggiustamenti di posologia nelle persone anziane. Buscofen act non è indicato negli adolescenti al di sotto dei 40 kg e nei bambini sotto ai 12 anni.

Alcune Avvertenze

Gli effetti indesiderati possono diminuire se si usa la più bassa dose efficace e per meno tempo possibile utile al controllo dei sintomi. Se esistono determinate condizioni cliniche, bisogna avere particolare attenzione, ad esempio se si soffre di patologie autoimmuni, ma non solo come il lupus eritematoso sistemico oppure di altre malattie del tessuto connettivo, del metabolismo, infiammatorie intestinali croniche o se si è persone allergiche o malattie croniche ostruttive.

Una terapia con farmaci gastroprotettori deve essere presa in considerazione per questi pazienti e anche per quelli che assumono basse dosi di acido acetilsalicilico o altri farmaci.Si deve usare molta cautela nei pazienti che soffrono di colite ulcerosa o morbo di Crohn, perché le loro condizioni possono peggiorare.

Raramente sono state segnalate, in associazione all’uso di Buscofen Act, reazioni cutanee, come dermatiti e necrolisi soprattutto nelle prime fasi dell’assunzione. La somministrazione di Buscofen Act deve essere subito fermata alla prima comparsa di lesioni o rasa cutanei o ipersensibilità al principio attivo.

Bisogna essere cauti prima di iniziare il trattamento se si soffre di ipertensione e insufficienza cardiaca, si raccomanda l’assunzione di Buscofen Act solamente in seguito a un’attenta valutazione.

Diversi studi clinici suggeriscono che l’uso di Buscofen Act ad alte dosi o per trattamenti di lunga durata, può aumentare il rischio di eventi avversi, cosa che non succede se ci si attiene a basse dosi.

Ai primi segni di una reazione avversa la terapia va sospesa. In caso di trattamento prolungato si consiglia di controllare regolarmente sia la funzione epatica che quella renale, sopratutto se si fa sforzi fisici con perdita di sali minerali e si assume poca acqua.In caso di consumo di alcool durante l’utilizzo di Buscofen Act, gli eventi avversi possono aumentare, quindi è sconsigliato assumere alcol. Ibuprofene contiene sorbitolo.

Alcune informazioni da ricordare

Come già detto l’uso di Buscofen Act e altri FANS è sconsigliato. Anche l’uso concomitante di cortisonici possono aumentare il rischio di reazioni potenzialmente avverse, sopratutto del tratto gastrointestinale. Il buscofen act puo’ diminuire l’effetto protettivo dell’acido acetilsalicilico sul cuore.

I FANS possono aumentare gli effetti degli anticoagulanti. I Farmaci SSRI possono aumentare il rischio di emorragia gastrointestinale. IL litio può aumentare i livelli sierici di questi medicinali.

I diuretici, i beta-bloccanti possono veder diminuire i loro effetti diuretici o antiipertensivi. Rilevanti solo se l’uso di Buscofen è di lunga durata, non ci sono rischi evidenti se l’uso invece è occasionale.Inoltre chi assume Buscofen Act deve essere idratata correttamente.

Effetti indesiderati di Buscofen Act

Bisogna ricordare che gli effetti indesiderati seguenti dipendono dalla dose assunta, se non si supera quella indicata normalmente non compaiono spesso.

L’uso di Buscofen Act, invece ad alte dosi, parliamo di circa 2400 mg al giorno o per trattamenti che durano a lungo, può associarsi ad un moderato aumento di infarti o ictus. È importante interrompere immediatamente l’assunzione di Buscofen Act se si verificano delle reazioni avverse gravi.

Elenco e classificazione delle reazioni avverse

Le categorie sotto le quali categorizzeremo le reazioni avverse sono le seguenti:

  • molto comuni >= 1/10)
  • comuni >= 1/100, < 1/10)
  • non comuni (>= 1/1000, < 1/100)
  • rare (>= 1/10.00 0, < 1/1000)
  • molto rare (1/10.000)

Reazioni avverse molto rare che possono insorgere in un utilizzo prolungato del farmaco sono varie come un peggioramento delle infiammazioni infettive, un possibile annebbiamento della coscienzae problemi al sangue come anemia, trombo citopenia, leucopenia, agranulocitosi.

Altre reazioni molto rare possono colpire il sistema immunitario o respiratorio creando dei gonfiori e degli edemi oppure interessare il cuore portando tachicardia, calo della pressione arteriosa, insufficienza cardiaca, infarto del miocardio e ipertensione.

Bisogna fare molta attenzione se si è allergici prima di assumere questo medicinale perchè si potrebbero avere delle reazioni di shock, reazioni allergiche, bolle e problemi all’epidermide o al cuoio capelluto.

A livello della psiche si potrebbero molto raramente osservare reazione psicotiche ansia e deperessione, ma anche queste molto rare. A livello degli organi interni segnaliamo delle possibili pancreatiti, disfunzioni del fegato come epatiti o insufficienze epatiche, e, parlando di reni delle sindromi nefrotiche o delle insufficienze renali acute.

Ricordiamo che stiamo parlando di reazioni veramente rare e che non compaiono se le dosi non superano quelle consigliate e Buscofen Act viene assunto per brevi periodi.

Reazioni avverse non comuni di Buscofen Act

Se si riscontra un’ ipersensibilità al principio attivo possono esserci dei disturbi diversi come delle eruzioni cutanee sparse nel corpo, accompagnate o meno da prurito e disturbi respiratori simili alle allergie e asma.

Facilmente risolvibili sospendendo il consumo del farmaco e rivolgendosi al proprio medico curante. Ci possono anche essere dei disturbi del sistema nervoso centrale e disturbi visivi e uditivi come delle patologie dell’orecchio e del labirinto, tinnito.

A livello del tratto gastrointestinale segnaliamo effetti avversi come possibile ulcera gastrointestinale con potenziale emorragia e perforazione, stomatiti ulcerative e gastrite.

Tra le reazioni avverse comuni ci possono invece essere dei disturbi gastro-intestinali lievi come la nausea, il vomito, la diarrea o la costipazione. Chi assume Buscofen act e nota uno di questi sintomi deve rivolgersi immediatamente al proprio medico e sospendere l’assunzione.

Buscofen Act in gravidanza e allattamento

Questo farmaco inibisce la sintesi delle prostaglandine e quindi può influire negativamente sulla gravidanza. Il rischio di aborto spontaneo o di malformazioni cardiache può aumentare, secondo alcuni studi se si assume ibuprofene.

Si pensa che il rischio aumenta con l’aumentare della dose e, come con gli altri effetti collaterali, con il protrarsi della terapia. La sperimentazione e gli studi sugli animali hanno evidenziato un aumento della mortalità fetale e delle malformazioni, anche quelle cardiovascolari.

Ne consegue che, soprattutto, ma non solo durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza, Buscofen Act deve essere utilizzato solamente in caso di assoluta necessità e sotto stretto controllo medico o ginecologico e per brevissimo tempo.

Inoltre la dose deve essere più bassa possibile e la durata del trattamento con Buscofen Act deve essere più breve possibile, anche durante il terzo trimestre di gravidanza.

L’ibuprofene contenuto in Buscofen Act possono passare nel latte materno, anche se in basse concentrazioni, non sono noti effetti deleteri particolari sui lattanti. Per un trattamento di breve durata attenendosi strettamente alla dose consigliata, non è necessario interrompere l’allattamento naturale durante l’assunzione di Buscofen Act.

Buscofen Act e dolori mestruali

L’inizio del ciclo è molto spesso accompagnato dal dolore, per lo più con dolore intenso e continuo, accompagnato da crampi e spesso da senso di gonfiore. Il dolore mestruale è anche chiamato dismenorrea.

La dismenorrea è accompagnata spesso da altri disturbi, come il mal di testa, il mal di schiena, la nausea, e malessere generale e dolori alle cosce, sopratutto nella parte alta.

Questi sintomi colpiscono molte donne col ciclo, anche se in modi differenti. Nella maggior parte dei casi questi disturbi sono provocati da delle alterazioni del metabolismo o ormonali, che l’assunzione di Buscofen Act può aiutare a diminuire.

Buscofen Act e guida di veicoli ed uso di macchinari

Se usato per un trattamento breve e al dosaggio raccomandato, non influisce sulla capacità di guidare e usare macchinari. Se manifesta effetti indesiderati come vertigini e stanchezza però è raccomandato di non guidare o usare macchinari. Meglio astenersi anche dal consumare alcol.

Modo di somministrazione: per uso strettamente orale.

Le capsule molli non devono essere masticate.

Durata del trattamento: Il medicinale è indicato solo per un trattamento breve.Se è adulto e prende BuscofenAct per più di 3 giorni è importante consultare il medico.

Cosa succede se si prende più BuscofenAct di quanto dovuto? Se si è preso più BuscofenAct di quanto dovuto è importante contattare sempre un medico o l’ospedale più vicino per valutare i possibili rischi e avere consigli in merito alle azioni da fare.

Si possono verificare dei sintomi da sovradosaggio a livello del sistema gastrico intestinale come la nausea, il vomito, il mal di stomaco, il dolore addominale e un leggero sanguinamento gastrointestinale.

A livello strettamente celebrale possiamo avere degli effetti avversi come il mal di testa con dei capogiri e il caratteristico ronzio nelle orecchie e essere in stato confusionale con vertigini.

In caso di forte sovradosaggio si possono segnalare problemi al fegato e ai reni, una bassa pressione del sangue, il diventare cianotici (la tipica pelle blu), essere particolarmente sonnolenti e deboli.

Spesso invece della pressione bassa si possono avvertire dolori al petto e palpitazioni ed è importante, lo ricordiamo sempre, rivolgersi immediatamente al proprio medico per non arrivare ad avere delle perdite di coscienza.

Segnalazione degli effetti indesiderati

si manifesta uno qualsiasi tra gli effetti indesiderati, anche se non elencati, è importante rivolgersi al medico o al farmacista.

Inoltre ricordiamo che si possono sempre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione. Segnalare gli effetti indesiderati infatti è importante per contribuire a dare maggiori informazioni importanti sulla sicurezza di utilizzo di Buscofen Act.

Come conservare Buscofen Act

È importante conservare il medicinale fuori dalla vista e sopratutto dalla portata dei bambini. Non bisogna usare il medicinale dopo la data di scadenza riportata sulla confezione integra, che, per informazione, si riferisce all’ultimo giorno del mese se è indicato solo mese e anno.

Questo medicinale non ha delle condizioni particolari di conservazione. È importante chiedere al farmacista come eliminare i medicinali non utilizzati. In questo modo si proteggerà anche l’ambiente.

Descrizione dell’aspetto

BuscofenAct è una capsula ma è di gelatina molle trasparente, che non deve essere masticata, è di colore giallo chiaro e di forma ovale, di circa 17 mm di lunghezza, ha il logo “B400” stampato in nero.

BuscofenAct è disponibile in blister fatti di triplex (PVC o PE o PVDC) e alluminio. Le confezioni possono essere da 6, 12 e 20 capsule molli ed è possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

Cosa contiene la confezione: 400 mg, 12 capsule molli.

Principio attivo: Ibuprofene.

Eccipienti: macrogol 600, idrossido di potassio, acqua depurata.gelatina, sorbitolo liquido.

Modo di somministrazione: le capsule sono da assumersi per uso orale, sono capsule molli e non devono essere masticate.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Informazioni aggiuntive

Formato

12 Capsule, 20 Capsule

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Buscofen Act Capsule Molli 400ml”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.