Bisolvon Linctus Sciroppo

10,90

Bisolvon Linctus Sciroppo è consigliato per il trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni respiratorie acute e croniche.

Svuota
COD: N/A Categoria:

Descrizione

La tosse grassa a volte è associata ad un eccesso di muco nelle vie respiratorie. La tosse è una risposta naturale dell’organismo, una sorta di meccanismo di difesa che aiuta ad espellere il muco in eccesso.

Se la tosse con catarro infastidisce troppo e non lascia magari dormire, Bisolvon linctus sciroppo può essere la soluzione perchè viene completamente assorbito in modo anche rapido, e si concentra a livello del tessuto dei bronchi e dei polmoni dove c’è accumulato il catarro.

Qui Bisolvon linctus sciroppo scioglie il muco e ne aiuta l’espettorazione, calmando di conseguenza la tosse. Bisolvon linctus sciroppo 250 ml aiuta ad eliminare il catarro che lo rende fluido e quindi più facile da far uscire.

Il principio attivo di questo prodotto è la bromexina. Bisolvon linctus sciroppo 250 ml non contiene saccarosio e non contiene fruttosio, può essere quindi dato anche alle persone diabetiche.

Per maggiori informazioni è sempre disponibile sia il foglietto illustrativo nella confezione che il vostro medico di base o farmacista di fiducia. Bisolvon linctus si presenta come sciroppo all’aroma molto gradevole di cioccolato e ciliegia. Questo prodotto ha annesso dosatore con tacche da 1,25, 2,5 ml e 5 ml per dosarlo con più facilità.

Per gli adulti la dose è dai 5 ai 10 ml (1 o 2 bicchierini) massimo 3 volte al giorno. A inizio del trattamento è anche possibile aumentare la dose a 20 ml (4 bicchierini) massimo 3 volte al giorno. Per i bambini di più di 2 anni è dai 2,5 ai 5 ml (mezzo o 1 bicchierino) massimo 3 volte al giorno.

La confezione contiene un pratico bicchierino dosatore per facilitare il dosaggio. Si consiglia di assumere questo prodotto dopo i pasti.

A cosa serve Bisolvon linctus sciroppo 250 ml e cosa bisogna sapere?

Bisolvon linctus sciroppo contiene bromexina cloridrato. Il prodotto si usa negli adulti, che nei bambini a partire dai 2 anni che soffrono di malattie respiratorie acute o croniche, con sintomi come tosse e produzione di muco/catarro. Bisolvon fluidifica il muco e ne facilita l’eliminazione.

Bisolvon linctus sciroppo non è adatto se allergici alla bromexina o ad uno degli altri componenti presenti nel prodotto, se si sta allattando al seno, se il bambino è di sotto ai 2 anni, se si è allergici o intolleranti a uno degli ingredienti o eccipienti del prodotto.

Bisogna rivolgersi al medico o al farmacista prima di prendere Bisolvon linctus sciroppo se si soffre di una malattia delle vie respiratorie che però peggiora in un periodo di tempo breve e anche se i sintomi non migliorano o addirittura peggiorano nel corso della terapia con Bisolvon linctus sciroppo, e anche se si è in stato di gravidanza, se si hanno lesioni dello stomaco o dell’intestino.

Alcune reazioni allergiche di questo prodotto

Sono stati segnalate reazioni allergiche anche gravi , se si manifesta un rash cutaneo bisogna assolutamente smettere di prendere Bisolvon rivolgersi al proprio medico curante.

Queste reazioni potrebbero essere sintomi di malattie della pelle anche gravi caratterizzate da desquamazione e da reazioni tossica della pelle. La maggior parte di queste potrebbero essere dovute anche a gravi malattie già presenti o all’uso di farmaci contemporaneo che potrebbe contrastare il principio attivo di Bisolvon linctus sciroppo.

Potrebbero anche insorgere sintomi non specifici simili a quelli dell’influenza, come per esempio naso che cola, tosse e mal di gola, febbre, brividi, e questi sintomi potrebbero essere fuorvianti.

Il trattamento con questo prodotto comporta un aumento della secrezione a livello dei bronchi ma solo per aiutare l’espulsione del muco. Bisolvon linctus sciroppo va usato per brevi periodi.

Questo medicinale non va mai dato ai bambini di sotto ai 2 anni. I mucolitici possono provocare problemi bronchiali nei bambini con meno di 2 anni perchè la capacità di drenaggio del muco è limitata a questa età, a causa delle caratteristiche delle vie respiratorie che sono fisiologiche.

Bisolvon linctus sciroppo e altri medicinali

Il medico o il farmacista va sempre informato se si sta assumendo o si ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale. Questo prodotto va assunto sempre dopo i pasti.

Se si sospetta o si sta pianificando una gravidanza va chiesto preventivamente consiglio al medico o al farmacista. Come misura precauzionale, è meglio non prendere Bisolvon se si è in gravidanza o in allattamento.

Basandosi sui dati in possesso non ci sono indicazioni di possibili effetti sulla fertilità a seguito dell’uso di Bisolvon linctus sciroppo 250 ml. Non ci sono studi specifici sugli effetti della bromexina sulla capacità di guidare o sull’uso di macchinari che necessitano di uno stato di veglia continuo. Questo prodotto contiene anche del maltitolo liquido, se ha una intolleranza ad alcuni zuccheri contatti il medico prima di prendere questo medicinale.

Dovreste anche considerare che il maltitolo ha un valore calorico che è di di 2,3 kcal per grammo, se state seguendo una dieta. Questo prodotto può avere un leggero effetto lassativo.

Come prendere o dare Bisolvon linctus sciroppo 250 ml

Vanno sempre seguite esattamente le istruzioni del foglietto illustrativo o le istruzioni del medico o anche del farmacista, che sono gli stessi che vanno consultati in caso di dubbi.

La confezione di Bisolvon linctus sciroppo 250 ml contiene un dosatore per facilitare la dose e che ha tacche da 1,25 ml a 5 ml. La dose raccomandata va seguita scrupolosamente e va cambiata solo in caso di indicazioni differenti del medico di base. Se si soffre di diabete si può prendere Bisolvon linctus sciroppo 250 ml poiché non contiene né fruttosio e nemmeno saccarosio.

Le dosi indicate non devono mai essere cambiate senza il consiglio del medico curante o del farmacista ed è meglio assumerlo dopo i pasti. Bisolvon linctus sciroppo 250 ml deve essere preso per un breve periodo di trattamento solo il medico può modificarne la durata.Il medico va consultato sopratutto se il disturbo si ripetute spesso o se si nota qualsiasi cambiamento nelle sue caratteristiche.

Se si prende Bisolvon linctus sciroppo più di quanto necessario o in modo accidentale si assume una dose eccessiva va raggiunto immediatamente il medico o il più vicino ospedale.

Se ci si dimentica di prendere Bisolvon linctus sciroppo 250 ml non bisogna prendere una dose doppia per compensarne la dimenticanza. Se si vuole interrompere il trattamento o si ha qualsiasi dubbio sull’uso di Bisolvon linctus sciroppo è sempre meglio rivolgersi al medico o anche al farmacista.

Effetti indesiderati di Bisolvon linctus sciroppo 250 ml e altre informazioni utili

Come tutti i medicinali anche questo può causare effetti indesiderati e che possono essere non comuni, come diarrea, nausea, vomito, e dolori addominali, possono essere rari come delle eruzioni cutanee, orticaria e macchie rosse sulla pelle, possono avere una frequenza non nota come shock anafilattico, angioedema e prurito o come reazioni avverse anche gravi, restringimento dei bronchi che rende difficile respirare.

Tutti questi effetti non desiderati sono generalmente solo passeggeri. Se si dovessero presentare vanno consultati medico o farmacista. Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato anche se non elencato nel bugiardino bisogna anche farli sapere al medico che li segnalerà direttamente usando il sistema nazionale di segnalazione.

Segnalandoli si può contribuire a dare maggiori informazioni sulla sicurezza di Bisolvon linctus sciroppo 250 ml ed è utile per poter aggiornare in modo più completo il Bisolvon linctus sciroppo foglio illustrativo.

Questo medicinale non richiede condizioni particolare di conservazione, ma va tenuto lontano dai bimbi. Il periodo di validità dalla prima apertura del prodotto è di un anno. Questo medicinale non va mai assunto dopo la data di scadenza riportata sulla confezione dopo la scritta SCAD che per inciso si riferisce all’ultimo giorno del mese scritto.

Inoltre è bene sapere che Bisolvon linctus sciroppo, come ogni altro medicinale, non va mai gettato se esausto o scaduto nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. Il farmacista sa come eliminare i medicinali in modo corretto chieda più informazioni a lui e così aiuterà a proteggere anche l’ambiente.

Alcuni principi attivi del prodotto

il principio attivo è bromexina cloridrato da 4 mg, tra gli altri ingredienti ne citiamo alcuni ma riportiamo al bugiardino per l’elenco completo. Citiamo i principali che sono maltitolo liquido, sucralosio, acido benzoico, aroma cioccolato e ciliegia, acqua depurata.

Bisolvon si presenta come sciroppo ed è disponibile in confezione con 1 flacone di vetro scuro che lo protegge dalla luce diretta e in formato da 250 ml con un bicchierino dosatore facile da usare e graduato.

Il titolare dell’autorizzazione della messa in commercio è Boehringer Ingelheim Italia, mentre il produttore è Delpharm Reims.Il foglietto illustrativo presente nella confezione è il più aggiornato possibile ma se volete uno aggiornato maggiormente consultate il sito del prodotto.

Da ricordare

La bromexina è un espettorante, derivato della Vasicina, che è presente nelle foglie di una pianta. La Bromexina viene assorbita velocemente dal tratto gastro intestinale e si concentra a livello dei bronchi raggiungendo il problema: il catarro; poi inizia ad agire fluidificando il muco, riducendone la viscosità e sciogliendo il muco.

Tra gli altri principi attivi che Bisolvon linctus sciroppo foglio illustrativo cita troviamo l’ambroxolo che è indicato nel trattamento sintomatico dei disturbi respiratori con eccessiva produzione di secrezioni viscose e che è in grado di ripristinare a livelli normali i meccanismi di pulizia delle vie respiratorie facendo così diminuire la tosse.

La guaifenesina che è un espettorante che aumenta le secrezioni fluide e di conseguenza riduce la viscosità del muco, il sobrerolo che è un fluidificante per il trattamento delle affezioni respiratorie da ipersecrezione densa e che facilita l’idratazione.

Tutti questi principi attivi sono indicati per sciogliere il muco e anche favorire l’espettorazione. Il loro meccanismo fa sì di rompere le molecole che compongono il muco, rendendolo meno viscoso.

A volte vengono usati anche come agenti mucoregolatori per il trattamento dei disturbi respiratori associati alla tosse grassa chiamata anche tosse produttiva.
Mentre per la tosse secca vengono utilizzati maggiormente dei sedativi della tosse che riducono la frequenza, l’intensità della tosse notturna e che possono calmare la tosse già dopo 15 minuti per un sollievo fino a 6 ore.

Ci sono molti principi attivi diversi per questo è utile prima capire se la tosse è secca o grassa. L’indicazione terapeutica è rappresentata dall’uso a breve termine e a volte questi principi attivi si basano su effetti periferici a livello dei recettori dell’apparato bronchiale e evitano anche le irritazioni delle vie aeree superiori.

Alcune informazioni utili…

Alcuni principi attivi, anche se non è questo il caso di Bisolvon linctus sciroppo 250 ml, prendono origine dalle mucillagini che sono presenti in natura ove hanno la funzione di serbatoio per acqua.

La loro viscosità tende a formare una pellicola protettiva della mucosa e le rendono predisposte a ricoprire un ruolo di protezione sulla gola infiammata. Sono sostanze che formano una pellicola protettiva sulla mucosa per calmare la tosse dando sollievo anche all’irritazione della gola.

Se volete potete associare all’uso di Bisolvon linctus sciroppo anche delle tisane con queste piante con effetti curativi come la malva e il tiglio che sono ricche di mucillagini anch’esse.

Quindi leggete con attenzione il Bisolvon linctus sciroppo foglio illustrativo e poi assumetelo seguendo tutte le indicazioni presenti o quelle del vostro medico di base, e starete meglio in poco tempo, se ciò non dovesse succedere il consiglio rimane sempre quello di rivolgersi al farmacista di zona di fiducia o al proprio medico curante o pediatra in caso si tratti di un bambino.

Da ricordare che questo medicinale non va mai dato ai bambini di sotto ai 2 anni. I mucolitici possono provocare problemi ai bronchi nei bambini di meno di 2 anni perchè a capacità di drenaggio del muco è limitata a questa età.Ricordatevi infine che le dosi non devono mai essere cambiate senza il consiglio del medico curante o del farmacista ed è meglio assumerlo dopo i pasti.

Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Informazioni aggiuntive

Formato

200 ml – Gusto Fragola, 250 ml

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bisolvon Linctus Sciroppo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.