-37% di sconto

Actigrip Tosse Mucolitico Sciroppo 150ml

7,31

Actigrip tosse mucolitico è un parafarmaco che non ha bisogno di alcuna prescrizione medica. Actigrip tosse mucolitico agisce andando a calmare la tosse e il raffreddore. Libera li vie aeree e scioglie il muco rendendone più semplice l’espulsione.

COD: 041772017 Categoria:

Descrizione

Actigrip tosse mucolitico ha come principio attivo la guaifenesiana. Un prodotto espettorante che agisce contro la tosse grassa.

Actigrip tosse secca e grassa, allevia la tosse, che ricordiamo non essere una patologia ma un semplice sintomo. Un prodotto che può essere utilizzato negli adulti e nei ragazzi al di sopra dei 12 anni.

Actigrip tosse mucolitico è il classico espettorante. Un farmaco da banco che permette di contrastare i sintomi della tosse grassa, ma agisce anche contro quella secca.

L’azione della guaifenesina è in grado di sciogliere il muco e di liberare le vie respiratorie. La tosse, grazie ad Actigrip per tosse, diviene funzionale e permette al corpo di espellere il muco in eccesso.

Un prodotto che non può essere somministrato nei bambini, si consiglia di utilizzarlo solo sugli adulti, attenendosi alle indicazioni per quel che riguarda le quantità e le modalità di utilizzo. Cosa contiene Actigrip tosse mucolitico sciroppo?

Actigrip per tosse

Al suo interno è possibile trovare: etanolo, che lo rende un parafarmaco non utilizzabile da coloro che soffrono di alcolismo. Inoltre la percentuale di etanolo, che equivale a 400 mg per dose lo rende anche inutilizzabile dalle donne in gravidanza o allattamento, oltre che dai soggetti che hanno malattia epatica, renale o soffrono di epilessia.

Altri elementi che vanno a comporre lo sciroppo sono: ponceau 4R, un colorante rosso che più essere causa di effetti collaterali, sodio, fruttosio. Quest’ultimo fa affermare che occorre dunque attenzione nella somministrazione nei pazienti intolleranti ad alcuni zuccheri.

Infine al suo interno è presente Macrogol glicerolo idrossisteatato 40 che può essere causa di problemi allo stomaco e diarrea.

Actigrip tosse mucolitico è un parafarmaco per il quale non si ha bisogno di alcuna prescrizione medica. In alcuni casi, però, il consulto medico è consigliato.

Posologia

Actigrip tosse mucolito è un parafarmaco che non ha bisogno di prescrizione medica, ma per l’utilizzo è opportuno attenersi alle indicazioni fornite. Non superare la dose consigliata e nel caso in cui si nutrano dubbi o perplessità chiedere al proprio medico o al farmacista.

Lo sciroppo è esclusivamente per utilizzo orale, non diluire. Non somministrare nei bambini al di sotto dei 12 anni di età. Nel caso in cui si voglia somministrare il parafarmaco in donne incinte o in allattamento al seno, si consiglia di chiedere prima il parere del proprio medico. Allo stesso modo è importante consultare il proprio medico nel caso in cui si sia in presenza di pazienti con problemi a fegato e reni.

La dose consigliata per gli adulti e per i bambini al di sopra dei 12 anni è di 5 ml 4 volte al giorno. Si raccomanda inoltre di non assumere mai più di 4 volte nell’arco delle 24 ore.

Il prodotto è stato pensato per agire e dare sollievo velocemente, nel caso in cui dopo 7 giorni non si vedono miglioramenti, si consiglia di consultare il proprio medico. Nel caso in cui durante il trattamento ci si dimentica di assumere una dose di prodotto, non procedere alla somministrazione di una dose doppia la volta successiva.

Se si dovessero presentare casi di sovradosaggio si consiglia di consultare subito il proprio medico ovvero recarsi presso la struttura ospedaliera più vicina. Un sovradosaggio nell’assunzione di Actigrip potrebbe essere causa di calcolosi renale. I sintomi più comuni nel caso in cui si assuma una quantità eccessiva di prodotto sono: problemi allo stomaco, nausea e sonnolenza.

Actigrip tosse mucolitico: effetti collaterali

Actigrip tosse sedativo sciroppo è un parafarmaco da banco. Nonostante non abbia bisogno di prescrizione medica, potrebbe provocare a comparsa di alcuni effetti collaterali.

In genere questi sono provocati da un’eccessiva sensibilità del soggetto a uno o più elementi che sono contenuti nello sciroppo. Alcuni effetti collaterali sono molto comuni, ma questo non vuol dire che tutti i pazienti li manifestino.

Nel caso in cui, nel corso dell’assunzione del prodotto si noti l’insorgere di uno o più effetti collaterali, si consiglia di contattare subito il proprio medico e di sospendere l’assunzione di Actigrip tosse mucolitico. Gli effetti indesiderati che più frequentemente i pazienti hanno notato sono le eruzioni cutanee che portano alla formazione di bolle e desquamazioni della pelle.

Possono essere anche causa di prurito. In alcuni casi poi, si presentano nausea, vomito, dolore addominale e diarrea. È possibile ridurre l’incidenza degli effetti collaterali seguendo in maniera precisa le indicazioni per quello che riguarda le modalità e le quantità da utilizzare del prodotto. In altri casi è possibile che si abbia un’intolleranza estranea fino a quel momento.

Nel caso in cui si presentassero effetti collaterali che non sono stati riportati sul foglietto illustrativo, si consiglia di comunicarlo velocemente presso il sito dell’Agenzia del farmaco o chiedendo al farmacista il modulo di segnalazione.

In questa maniera le indicazioni in merito al prodotto potranno essere aggiornate velocemente. Se si hanno dubbi o perplessità chiedere al proprio medico o farmacista per informazioni concrete.

Avvertenze

Prima di assumere Actigrip tosse mucolitico si consiglia di leggere attentamente le avvertenze. In esse sono presenti elementi molto importanti per quello che riguarda la gestione dello sciroppo.

Si consiglia innanzitutto di non superare la quantità di 40 ml al giorno. All’interno della confezione è presente un misurino che aiuterà nell’assunzione della giusta quantità di prodotto.

È importante comunicare al proprio dottore se e in che quantità si assumono altri medicinali nel momento in cui si ha bisogno di una terapia a base di Actigrip tosse mucolitico. Inoltre prima di assumere questo prodotto è importante comunicare al proprio dottore se nei 7 giorni precedenti si è stati affetti da tosse.

Tale indicazione vale soprattutto nel caso in cui la tosse sia stata accompagnata da: febbre eruzione cutanea, mal di testa persistente. Inoltre prestare attenzione nei casi in cui una tosse persistente sia causa di asma, se la tosse produce molto muco.

Infine non dimenticare si comunicare eventuali problemi al fegato o ai reni, ovvero si abbia l’abitudine di consumare alcolici. Si sconsiglia l’utilizzo di Actigrip tosse mucolitico in pazienti in età pediatrica al di sotto dei 12 anni di età. Il principio attivo contenuto nello sciroppo, fino a questo momento non è stato ancora studiato per quello che riguarda la stabilità.

Altre informazioni…

Per questo motivo non è possibile somministrarlo nei bambini. Per tutti coloro che svolgono invece attività sportiva a livello agonistico, Actigrip tosse mucolitico ha al suo interno una buona dose di alcool etilico. Tale presenza può essere causa di positività nei test antidoping, per questo motivo per gli sportivi è indispensabile la prescrizione medica.

Il documento permetterà di valutare la tolleranza della federazione sportiva a cui si appartiene. Allo stesso modo, nel caso in cui mentre ci si sottopone a terapia con Actigrip tosse secca o grassa ci si sottopone ad analisi delle urine, è importante che il medico o l’infermiere sia a conoscenza di tale assunzione.

Il consumo del parafarmaco potrebbe essere in grado di falsare le analisi di lavoratorio. È inoltre indispensabile informare il proprio medico nel caso in cui oltre ad assumere Actigrip tosse mucolito, ci si sta sottoponendo ad altre terapia farmacologica.

Actigrip è un parafarmaco e come tale può avere effetti su altri prodotti similari e viceversa. È dunque importante informare il proprio medico nel caso in cui si stia assumendo un altro parafarmaco che ha il compito di calmare la tosse.

È possibile che i due prodotti interferiscano tra di loro. Infine occorre specificare che non ci sono indicazioni in merito all’assunzione di Actigrip tosse mucolitco prima o dopo i pasti. Il prodotto può essere assunto indifferentemente con o senza cibi e bevande.

Actigrip tosse mucolitico: gravidanza, allattamento e non solo

Nel caso in cui sia presente una gravidanza, la si sospetti o la si stia pianificando, si consiglia di non assumente Actigrip tosse mucolitico. Al momento non ci sono studi a riguardo e non si hanno le prove concrete che una parte di principio attivo che possa passare attraverso la placenta possa o meno danneggiare il feto.

In ogni caso se ne sconsiglia l’utilizzo per evitare di mettere a rischio la gravidanza. Ai casi specifici e alle eccezioni ci penserà poi il medico che con anamnesi del paziente sarà in grado di valutare il rapporto tra rischio e beneficio.

Allo stesso modo si consiglia di agire per tutte le donne che procedono con l’allattamento al seno. Prima di utilizzare Actigrip tosse mucolitico chiedere al proprio medico per comprendere se il principi attivo passa attraverso il latte materno e può essere dannoso per il bambino. In assenza di prescrizione medica, si sconsiglia l’assunzione di Actigrip in gravidanza e in allattamento.

Infine tra i possibili effetti collaterali non ve ne sono che possano far pensare a un’impossibilità nell’utilizzare in macchinario per lo svolgimento del proprio lavoro, o nel mettersi alla guida della propria automobile. Ma nel caso in cui se ne riscontri l’insorgenza, sia consiglia di astenersi da tali attività, che potrebbero divenire rischiose tanto per se stessi quanto per le persone che sono intorno.

Actigrip tosse mucolitico: conservazione e scadenza

Actigrip tosse mucolitico non deve essere somministrato dopo la data di scadenza indicata sul fonde della confezione. La data presente indica il mese e l’anno di riferimento, per quello che riguarda il giorno, si considera sempre l’ultimo giorno del mese indicato.

La data di scadenza indicata ha sempre valore se il prodotto è stato conservato nella maniera corretta o se non sia aperto da troppo tempo. Si consiglia dunque di tenere lo sciroppo fuori dalla vista e dalla portata dei bambini per evitare che il piccolo possa assumerne anche solo una piccola quantità senza che vi sia la supervisione di un adulto.

Inoltre la temperatura a cui il flacone dovrebbe stare è di 25 gradi centigradi lontano da fonti di luce e di calore diretti che possono alterarne le qualità organolettiche. Si raccomanda inoltre di conservare lo sciroppo sempre all’interno della sua confezione originali e corredato dal suo foglietto illustrativo.

In questa maniera chiunque voglia consultare le indicazioni fornite sarà in grado di avere tutte le informazioni che sta cercando. Non somministrare Actigrip tosse mucolitico dopo la data di scadenza e anche nel caso in cui dall’apertura sono passate più di 4 settimane.

Se si ha bisogno di liberarsi dello sciroppo scaduto o inutilizzabile, è possibile rivolgersi al proprio farmacista che procederà a smaltire il prodotto senza inquinare l’ambiente. Non disperdere né nelle acque domestiche né nei rifiuti della propria abitazione. Per la somministrazione utilizzare sempre il misurino che si troverà all’interno della confezione.

Actigrip tosse mucolitico: per concludere

Tutti siamo abituati ai classici sciroppi per la tosse, ma siamo in pochi a leggere fino in fondo le indicazioni per l’utilizzo, che si rivelano invece indispensabili. Actigrip tosse mucolitico è un composto che non ha bisogno di prescrizione medica, anche se in alcuni casi, si consiglia di consultare il proprio medico per ottenere delle indicazioni più precise.

Non superare mai la dose massima giornaliera indicata di 40 ml. Non somministrare nei bambini al di sotto dei 12 anni e non utilizzare nel caso in cui ci sia una gravidanza o la si sospetti.

Non protrarre il trattamento per un periodo che sia più lungo di 7 giorni. Nel caso in cui i sintomi persistano o si notino dei peggioramenti si consiglia di sospendere comunque il trattamento e di chiedere il parere al proprio medico.

Le dosi consigliate sono di 5 ml 4 volte al giorno, senza superare mai tale indicazione. Un’assunzione differente è possibile solo nel caso in cui sia prescritta e seguita da vicino dal proprio medico.

Leggere i possibili effetti collaterali e nel caso in cui se ne noti la sopraggiunta interrompere il trattamento e chiedere al proprio medico. Nel caso in cui si verifichi del sovradosaggio si consiglia di chiamare il medico curante ovvero recarsi presso la più vicina struttura ospedaliera.

Conservare fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Tenere in un luogo che abbia una temperatura non superiore ai 25 gradi centigradi, inoltre lontano da fonti di calore e di luce dirette.

Dal momento dell’apertura consumare entro 4 settimane o provvedere a smaltire il prodotto senza che vi sia inquinamento ambientale. Conservare lo sciroppo sempre nella sua confezione originale, corredato dal foglietto illustrativo, per permettere a chiunque di consultare le indicazioni a riguardo. Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Actigrip Tosse Mucolitico Sciroppo 150ml”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.