-49% di sconto

Actifed Decongestionante Spray 10ml

5,24

Actifed decongestionante spray nasale può essere utilizzato per liberare e dare sollievo al naso chiuso. Actifed decongestionante può essere utilizzato in caso di raffreddore o rinite allergica.

COD: 040282016 Categoria:

Descrizione

Actifed decongestionante è uno spray ingrato di costringere i vasi sanguigni del naso. Un prodotto che agisce andando a ridurre l’edema della mucosa nasale. L’utilizzo del prodotto è in grado di facilitare la respirazione. A base di Acido Ialuronico, protegge ed idrata la mucosa del naso.

Actifed decongestionante spray nasale ha come principio attivo la xilometazolina. Questa è una sostanza che costringe i sanguigni presenti all’interno del naso e in questa maniera ridurre l’edema della mucosa nasale.

Con questa azione è possibile rendere più semplice la respirazione, decongestionando il naso. Oltre alla xilometazolina all’interno di Actifed decongestionante è possibile rilevare delle tracce di Acido Ialuronico il quale idrata la mucosa nasale. In questa maniera la si protegge dalle irritazioni. Tale spray viene utilizzato per la decongestioni del naso.

In particolare si consiglia di applicarlo nel caso in cui si soffra di rinorrea dovuta o a sinusite o a un comune raffreddore. Oltre a questi elementi all’interno di Actifed decongestionante è possibile trovare: sodio ialuronato, sorbitolo (E420), glicerolo (E422), sodio diidrogeno fosfato diidrato, disodio fosfato diidrato, sodio cloruro ed acqua per preparazioni iniettabili.

Un parafarmaco molto efficace, in grado di agire in maniera piuttosto veloce. Proprio per questo motivo si consiglia di non protrarre il trattamento per molto tempo.

Nel caso in cui in 7 giorni non si notino miglioramenti, si consiglia di chiedere parere al proprio medico. Seguire attentamente le indicazioni di utilizzo per evitare di incorrere in effetti collaterali.

Cosa sapere prima dell’utilizzo di Actifed decongestionante

Prima di utilizzare per la prima volta Actifede decongestionante spray nasale si consiglia di consultare le indicazioni fornite. Evitare di assumere Actifed nel caso in cui si sia allergici alla xilometazolina o a un’altra delle componenti presenti nello spray.

Si sconsiglia inoltre l’utilizzo nel caso in cui si sia vittime di un’elevata pressione oculare, soprattutto se è presente un glaucoma dell’angolo stretto. Inoltre, pur essendo un prodotto per il trattamento della rinite, meglio evitare l’utilizzo nel caso in cui essa si secca, senza alcuna secrezione nasale.

È inoltre sconsigliato nel caso in cui ci si stia sottoponendo a una cura a base di moniaminossidasi; anche se il trattamento è precedente alle due settimane. Non assumere Actifed decongestionale se si stanno assumendo medicinali che aumentano la pressione sanguigna.

Inoltre non spruzzare se si ha una infiammazione dei vasi sanguigni nasali, dovuta all’ipersensibilità a un altro medicinale similare. Allo stesso modo, si chiede di fare attenzione se l’infiammazione la si deve ad assottigliamento delle membrane nasali anche in assenza di secrezioni.

Avvertenze

Non applicare se di recente ci si è sottoposti ad interventi chirurgici al cervello passando per via nasale o orale. Non utilizzate nei bambini al di sotto dei 12 anni, salvo diversa indicazione del proprio medico.

Se questi sono i casi in cui lo spray nasale non dovrebbe essere affatto utilizzato, ce ne sono altre in cui, prima dell’uso è importante chiedere al proprio medico. Ne sono esempio la marcata reazione ad agenti simpatomimici, prodotti simili all’adrenalina.

In questo casi unire tale prodotto con Actifed decongestionante spray nasale, potrebbe essere causa di effetti collaterali come: insonnia, capogiro, tremore o spasmi incontrollabili, battitocardiaco irregolare o ritmo cardiaco anomalo o aumento della pressione sanguigna.-  problemi cardiaci, problemi vascolari, ipertensione.

Inoltre tenere in forte considerazione:  iperattività della tiroide, diabete, patologie delle ghiandole surrenali, ingrossamento della prostata. Lo spray è stato studiato per agire velocemente e per sottoporsi a dei trattamenti di breve durata nel tempo.

Per questo motivo si consiglia di prestare attenzione ai trattamenti prolungati. Essi potrebbero essere causa di peggioramento dei sintomi tipici della congestione.

Actifed decongestionante: interazioni e accortezze

Quelli appena visti sono i casi in cui Actifed decongestionante non può essere utilizzato. Poi ci sono i casi in cui è possibile sottoporsi a terapia con questo prodotto solo dopo aver chiesto il parere al proprio medico o farmacista.

Quindi si consiglia di avvertire il proprio medico nel caso in cui si stiano assumendo: antidepressivi come tricicli o tetraciclidi. L’avvertenza è da seguire fino all’assunzione di questi fino a 2 settimane precedenti il trattamento.

Inoltre Actifed non dovrebbe essere utilizzato nel caso in cui ci si stia sottoponendo a una terapia a base di prodotto per la pressione sanguigna. In questi casi sarà il medico a valutare il rapporto tre rischi e benefici.

In ogni caso l’indicazione generale che viene fornita è quella di consultare il proprio medico nel caso in cui si assumano altri medicinali. Questo perchè Actifed decongestionante spray nasale pur essendo un parafarmaco può avere degli effetti sull’azione di altri prodotti e viceversa.

Se è in corso una gravidanza, la si sta pianificando o la si sospetti, prima di utilizzare lo spray chiedere consiglio al proprio medico. In genere si sconsiglia l’assunzione durante tutta la gravidanza.

Allo stesso modo, si consiglia di non utilizzare il prodotto durante il periodo dell’allattamento al seno. Il principio attivo contenuto in Actifed decongestionante non è noto se è o meno in grado di passare attraverso il latte materno.

A differenza della composizione sciroppo e compresse Actifed decongestionante spray nasale non ha mai mostrato effetti collaterali che mettessero a rischio la capacità di guidare o di utilizzare dei mezzi per lo svolgimento del proprio lavoro. Prestare particolare attenzione nel caso in cui si svolga attività sportiva.

L’utilizzo dello spray può essere causa di positività nei test anti doping. Per questo motivo si consiglia l’assunzione solo nel caso in cui sia stato prescritto dal proprio medico.

Posologia

Si consiglia di utilizzare Actifed decongestionante spray nasale 3 volte al giorno per un massimo di 7 giorni. Un consulto con il proprio medico potrà consigliare l’utilizzo per un tempo maggiore. Prima dell’utilizzo del prodotto nuovo, si consiglia di attivare il flacone. Quindi premere più volte fino a quando non si ha una spruzzo omogeneo.

Tenere sempre l’inalatore in posizione verticale, inserire il beccuccio nella narice e premere una volta. Non spruzzare mai fuori dal naso, il rischio è che il prodotto venga a contatto con gli occhi.

Respirare con il naso nel momento della vaporizzazione. Quindi ripetere l’operazione nell’altra narice. Dopo l’utilizzo chiudere il flacone per conservare il prodotto al meglio. Si consiglia inoltre di utilizzare il flacone per una sola persona, per evitare che vi siano infezioni.

Il beccuccio deve sempre essere pulito, dopo ogni utilizzo. Si sconsigli l’utilizzo in bambini al di sotto dei 12 anni. Nel caso in cui si verifichi un sovradosaggio del prodotto si consiglia di chiedere subito consiglio al proprio medico, ovvero di recarsi presso la struttura ospedaliera più vicina. Seguire sempre le indicazioni per quello che riguarda le quantità e le modalità di utilizzo del prodotto.

Se si dimentica l’utilizzo dello spray e si salta una somministrazione, si potrà assumerla il prima possibile a meno che non si troppo a ridosso della dose successiva. In ogni caso, mai assumere 2 dosi contemporaneamente. Chiedere consiglio al proprio medico nel caso in cui si nutrano dei dubbi a riguardo.

Actifed decongestionante: effetti collaterali

Actifed decongestionante spray nasale è un parafarmaco senza obbligo di prescrizione medica. Nonostante questo si consiglia sempre di consultare il proprio dottore per evitare effetti collaterali.

Quest’ultimi si possono prevenire attenendosi alle indicazioni fornite in merito alle quantità e alle modalità di utilizzo del prodotto. In ogni caso, nonostante le particolari attenzioni è possibile che si verifichino effetti indesiderati.

Spesso la comparsa di effetti collaterali è dovuta a sensibilità del soggetto nei confronti di 1 o più elementi presenti nel prodotto. Non tutti i pazienti che si sottopongono al trattamento possono presentare effetti indesiderati.

In ogni caso, alla loro comparsa si consiglia di sospendere l’utilizzo dello spray e di consultare il proprio medico. I sintomi che sono campanello d’allarme per una reazione allergica sono: difficoltà di respirazione o deglutizione, gonfiore del volto, delle labbra, della lingua o della gola.

Inoltre si potrebbero presentare: forte prurito della pelle, con eruzione cutanea rossa o rigonfiamenti. Gli altri effetti indesiderati che sono stati rilevati dagli stessi pazienti, si possono suddividere in base alla frequenza con cui essi si presentano.

Altre informazioni per te

Sono comuni e possono interessare 1 persona su 10: sensazione di pizzicore o bruciore nel naso e in gola e secchezza del rivestimento interno della mucosa nasale. Sono invece rari e si presentano in 1 persona su 1000: mal di testa, ipertensione, nervosismo, sensazione di malessere, capogiri, insonnia, palpitazionireazioni, alterazioni temporanee della vista.

Ci sono poi effetti indesiderati la cui frequenza non  è nota e sono: peggioramento dei sintomi per cui Actifed decongestionante viene utilizzato. Spesso tali episodi si verificano solo dopo l’interruzione del trattamento.

Inoltre fuoriuscita di sangue dal naso. Se all’utilizzo di Actifed decongestionante spray nasale si nota l’insorgenza di altri possibili effetti collaterali, allora si consiglia di sospendere il trattamento e rivolgersi al proprio medico o farmacista.

Essi potranno consigliare al paziente di inviare una segnalazione al sito Aifa per fare in modo che il foglietto illustrativo venga subito modificato, offrendo ai pazienti delle indicazioni complete e dettagliate.

Conservazione e scadenza

Tenere il prodotto fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non utilizzare mai lo spray dopo la data di scadenza riportata sulla confezione. Questa in genere indica il mese e l’anno mentre per il giorno si può prendere come riferimento l’ultimo giorno del mese indicato. La data di scadenza è valida nella misura in cui lo spray sia stato conservato nella maniera corretta.

Quindi non esporre Actifed decongestionante spray nasale a fonti di calore o di luce diretta. Conservare a una temperatura che non sia superiore ai 25 gradi centigradi.

Inoltre dopo l’apertura del prodotto, occorre consumare Actifed decongestionante nell’arco di 12 mesi. Trascorso tale periodo di procede a gettare via il prodotto.

Nel caso in cui si debba gettar via il prodotto non procedere a disperdere nelle acqua o nei rifiuti domestici. Rivolgersi al proprio farmacista che provvederà a smaltire il parafarmaco in maniera corretta senza inquinare l’ambiente.

Conservare Actifed decongestionante spray nasale nella maniera corretta permette di evitare che il prodotto si deteriori più velocemente. Tenerlo fuori dalla portata dei bambini, invece, permette di evitare che i più piccoli possano utilizzare lo spray in maniera errata.

È inoltre estremamente importante conservare lo spray nella confezione originale e con il proprio foglietto illustrativo. In questa maniera chiunque dovrà utilizzarlo potrà prima con cura, consultare le indicazioni fornite.

Non ingerire il prodotto e non spruzzarlo in vicinanza degli occhi. Se ciò accadesse involontariamente, sciacquare abbondantemente con acqua corrente. In caso di bisogno rivolgersi al proprio medico o consultare il più vicino ospedale.

Actifed decongestionante: riassumendo

Actifed decongestionante spray nasale è un prodotto che agisce per dare sollievo e permettere di respirare negli nel caso in cui si sia affetti da raffreddore o da naso chiuso per rinite allergica. Si tratta di un parafarmaco e come tale non ha bisogno di alcuna prescrizione medica.

Si consiglia di seguire le indicazioni fornite sia per quello che riguarda le quantità che le modalità di utilizzo. Il prodotto può essere applicato 3 volte al giorno per un massimo di 7 giorni.

Se al trascorrere di tale periodo non si notano miglioramenti ovvero vi siano dei peggioramenti per quel che riguarda i sintomi, si consiglia di sospendere la somministrazione e di consultare il proprio medico di fiducia.

Non utilizzare dopo la data di scadenza o comunque, dopo l’apertura, consumare nell’arco di 12 mesi, trascorsi i quali lo spray deve essere gettato via. Per eliminare il prodotto scaduto o non più utilizzabile e non inquinare l’ambiente, si consiglia di chiedere aiuto al proprio farmacista.

Controllare che non si riscontrino effetti collaterali di qualunque genere. Nel caso in cui se ne riscontrasse l’esigenza, si consiglia di sospendere l’assunzione e chiedere al proprio medico.

Se gli effetti collaterali riscontrati non sono tra quelli indicati nel foglietto illustrativo, segnalarlo al sito Aifa per aggiornare le indicazioni. Actifed decongestionante è un prodotto che può essere utilizzato solo dagli adulti. Non somministrare lo spray nei bambini al di sotto dei 12 anni. In caso di dubbi o di perplessità chiedere consiglio al proprio medico o al farmacista.

In presenza di una gravidanza, o se la si sospetta, evitare di utilizzare Actifed decongestionante. Il principi attivo in esso contenuto può essere causa di problemi per il feto. Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Actifed Decongestionante Spray 10ml”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.