-35% di sconto

Actibu Febbre E Dolore 10 Compresse

5,83

Actibu febbre e dolore è un parafarmaco a base di ibuprofene. Actibu febbre e dolore deve essere assunto per calmare le problematiche collegate a stati influenzali oltre a dolori di qualunque genere.

COD: 029129069 Categoria:

Descrizione

Actibu febbre e dolore sono compresse rivestite di film a base di ibuprofene. Il loro principi attivo permette a questo parafarmaco di entrare a far parte di quel gruppo di prodotto definire anti-infiammatori non steroidei.

Actibu agisce contro gli stati febbrili e contro il dolore e il raffreddamento tipico di essi. Se ne consiglia l’utilizzo solo quando strettamente necessario in adulti e ragazzi al di sopra dei 12 anni.

Actibu febbre e dolore è un parafarmaco per il quale acquisto non vi è bisogno di prescrizione medica. La confezione di compone di 10 compresse da 400 mg.

Il principi attivo che sta alla base di Actibu febbre e dolore è l’ibuprofene, il quale lo rende estremamente efficace per contrastare i classici sintomi della febbre. Actibu febbre e dolore 10 compresse rientra nella categoria dei FANS e cioè dei farmaci antinfiammatori non steroidei.

Si raccomanda l’utilizzo delle compresse in pazienti adulti ovvero non in bambini al di sotto dei 12 anni. Actibu è stato studiato per agire piuttosto velocemente, per questo motivo se ne raccomanda un’utilizzo circoscritto nel tempo.

Se entro pochi giorni i sintomi persistono ovvero, tendono a peggiorare, si consiglia di chiedere consiglio al proprio medico che potrà procedere con la somministrazione di un prodotto differente. Actubu febbre e dolore agisce andando ad abbassare la temperatura corporea.

Oltre a fare questo esso contrasta anche tutti i sintomi correlati agli stati febbrili, come: dolori muscolari e mal di testa. Molto efficace anche contro il mal di testa, mal di denti, dolori mestruali e dolori muscolari ed articolari di altra natura. Nel caso in cui si nutrano dei dubbi a riguardo, si consiglia di consultare il proprio medico o farmacista.

Quando non somministrare

Actibu febbre e dolore 10 compresse è un parafarmaco e come tale può essere somministrato anche senza alcuna prescrizione medica. Ci sono però, casi in cui è consigliabile chiedere il parere del proprio medico, ovvero evitarne l’assunzione.

Seguire tali indicazioni può essere indispensabile per evitare possibili effetti collaterali. Si consiglia dunque di non utilizzare Actibu febbre e dolore nel caso in cui si sia allergici all’ibuprofene o a uno qualunque degli elementi contenuti nelle compresse.

Non utilizzare anche se episodi di intolleranza si sono verificati in passato o in maniera sporadica. Inoltre sospendere la somministrazione nel caso in cui si siano verificati: mancanza di respiro, asma, naso che cola, gonfiore della cute o eruzioni a seguito dell’assunzione di prodotti a base di acido acetilsalicilico, come ad esempio l’aspirina o altri antidolorifici similari.

Non utilizzare il prodotto nel caso in cui in passato si siano verificati episodi di sanguinamento gastrico, intestinale, o se vi sia stata perforazione delle pareti a seguito di una terapia a base di FANS. Astenersi dalla somministrazione nel caso in cui vi siano stati episodi di ulcera allo stomaco o sanguinamento di esso o del duodeno.

È inoltre sconsigliato nel caso in cui si sia vittime di gravi problemi a: fegato, reni o insufficienza cardiaca. Non utilizzare Actibu febbre e dolore a ridosso di un’operazione chirurgica.

Inoltre se ne sconsiglia l’utilizzo da parte delle donne in gravidanza o allattamento a meno che non vi sia stato diverso parere dal medico. Non somministrare in bambini al di sotto dei 12 anni.

Cosa è importante sapere prima dell’assunzione di Actibu febbre e dolore

Prima di assumere Actibu febbre e dolore è importante seguire tutte le indicazioni offerte dalla casa farmaceutica. Innanzitutto è importante sapere che ci sono dei casi in cui è indispensabile, prima dell’assunzione delle compresse, chiedere il parere al proprio medico o farmacista.

Innanzitutto chiedere se è possibile utilizzare Actibu febbre e dolore se si sono presentate gravi reazioni cutanee come dermatite esfoliativa o necrosi epidermica tossica. In questo caso il consulto con un medico diviene importante per assicurarsi che tale reazione non sia stata procurata dal prodotto.

Sospendere immediatamente la somministrazione nel caso in cui compaiano: rasa cutaneo, lesioni della mucosa o altre reazioni allergiche. Allo stesso modo si raccomanda di prestare attenzione nel caso in cui vi siano stati problemi intestinali, soprattutto nel caso in cui si notino sanguinamenti.

Il consulto medico preventivo è indispensabile nel caso di pazienti particolarmente anziani, maggiormente soggetti a possibili effetti collaterali. In alcuni specifici casi è opportune ridurre notevolmente la dose assunta.

Controllare che non si presenti gonfiore dovuto a ritenzione idrica, oltre a questo: pressione alta, malattie cardiache. Occorre poi discutere la possibilità di utilizzare Actibu febbre e dolore 10 compresse nel caso in cui si soffra di: problemi cardiaci, se si sono in precedenza presentati attacchi cardiaci al seguito dei quali si è reso indispensabile un intervento di bypass coronarico.

Inoltre: malattia arteriosa periferica, ictus, diabete, se si è fumatori. In genere un utilizzo frequente di antidolorifici può essere causa di problemi renali quindi non somministrare nel caso in cui questi siano già presenti.

Interazioni

Actibu febbre e dolore è un parafarmaco che rientra nella più ampia famiglia dei FANS, proprio per questo motivo è importante informare il proprio medico nel caso in cui si stia già assumendo un altro prodotto per fronteggiare un’altra tipologia di problematica. In particolare è importante informare il proprio medico se di recente sono stati assunti altri FANS o prodotti a base di acido acetilsalicilico come può essere l’aspirina.

La compresenza di prodotti di questo genere potrebbe essere causa di un aumento del rischio di ulcere o di sanguinamento gastrointestinale. Inoltre non utilizzare con: diuretici, farmaci anticoagulanti, antipertensivi, medicinali che contrastano la pressione alta.

Altre interazioni negative si possono avere con il litio, gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina, se si assumono prodotti per i disturbi dell’umore. Inoltre ibuprofene e antidolorifici FANS, metotrexato.

Questi sono solo alcuni dei composti la cui funzionalità può essere influenzata dall’azione di Actibu febbre e dolore, ma ce ne sono altri. Proprio per questo motivo il consiglio generale resta quello di consultare sempre preventivamente il proprio medico.

Per quello che riguarda le interazioni dei Actibu febbre e dolore con dei cibi, si raccomanda di assumere il prodotto sempre dopo i pasti che siano colazione, pranzo o cena; ovvero a stomaco pieno, per evitare disturbi gastrici. Alcuni degli effetti indesiderati a carico di stomaco e intestino sono più probabili se si assumono le compresse e si beve alcool durante il trattamento.

Actibu febbre e dolori: gravidanza e allattamento

In presenza di una gravidanza, se la si sospetta o se la si sta pianificando, si chiede di non assumere in nessun caso Actibu febbre e dolori. Alcuni studi a riguardo hanno provato come la somministrazione di prodotti di questo genere può innalzare il rischio di aborto, può essere causa, inoltre, di malformazioni del feto, complicazioni al momento del parto.

L’assunzione di ibuprofene può essere casa di infertilità passeggera. Se si sta provando ad avere una gravidanza e si assume Actibu febbre e dolore si consiglia di sospenderne l’assunzione per poter aumentare le possibilità di fecondazione.

Anche durante l’allattamento si sconsiglia l’utilizzo di Actibu febbre e dolore. In ognuno di questi casi, se si nutrono dei dubbi si consiglia di chiedere al proprio medico. In genere un’assunzione occasionale delle compresse non dovrebbe essere causa di problematiche.

Posologia

Per ridurre al minimo i possibili effetti collaterali si consiglia di seguire sempre le indicazioni fornite in merito alle quantità e alle modalità di assunzione del prodotto. Si ricorda innanzitutto che le compresse possono essere assunte solo per un lasso di tempo molto breve.

In adulti e adolescenti con più di 12 anni si consiglia l’assunzione di 1 compressa al giorno, per un massimo di 3 volte al giorno. L’assunzione è consigliata fino a quando i sintomi non siano alleviati.

Se dopo 3 giorni i sintomi non migliorano, ovvero si notano dei peggioramenti, si consiglia di consultare il proprio medico per anamnesi completa. La compressa non deve essere masticata, ma ingoiata con un po’ d’acqua.

La dose massima nell’arco della giornata è di 3 compresse. Diverse sono le indicazioni per quel che riguarda i pazienti anziani. Nel loro caso si consiglia di assumere la dose di prodotto più bassa e di consultare il proprio medico per evitare effetti collaterali. Allo stesso modo si agisce in presenza di pazienti con problemi renali.

Non somministrare il prodotto in bambini al di sotto dei 12 anni di età. Nel caso in cui per errore si sia assunta una dose superiore a quella raccomandata di Actibu febbre e dolore si consiglia di consultare subito il proprio medico, ovvero di recarsi presso l’ospedale più vicino per la valutazione del rischio.

Classici sintomi di sovradosaggio sono: nausea, mal di stomaco, vomito, mal di testa, ronzio nelle orecchie, difficoltà nei movimenti degli occhi, sonnolenza, dolore al petto, perdita di scoscenda, convulsione, debolezza, vertigini, sensazione di freddo, fatica a respirare. In genere sono sintomi che si presentano nell’arco di 4/6 ore

In alcuni rari ricali si presenta acidosi metabolica, ipotermia, sanguinamento dello stomaco, dell’intestino, coma, apnea, diarrea, depressione. Infine si possono presentare dei danni a carico dei reni e del fegato.

Effetti indesiderati a Actibu febbre e dolore

Actibu febbre e dolore 10 compresse pur essendo un parafarmaco per il quale non si ha bisogno di nessuna prescrizione medica, può avere degli effetti indesiderati. Per ridurre al minimo il rischio che essi si presentino si consiglia di seguire le indicazioni fornite per il consumo del prodotto.

Oltre a questo è importante anche ridurre al minimo le quantità di prodotto nel caso in cui si sia soggetti a rischio. In ogni caso, qualora si notasse l’insorgenza di effetti indesiderati si consiglia di chiedere il parere al proprio medico.

In genere gli effetti collaterali più comuni rilevati sono: gravi problemi allo stomaco, bruciore a livello addominale, dolore alla bocca dello stomaco, reazioni allergiche come l’orticaria.

Oltre a questo è possibile che si verifichino gonfiore al viso, agli occhi, alle labbra, alla gola, con conseguente difficoltà nella respirazione. Altrettanto comuni sono la mancanza di respiro.

Nel caso in cui si presenti un qualunque effetto collaterali, consiglia di chiedere subito il parere di un medico. Solo in questa maniera sarà possibile valutare in che maniera intervenire.

Tra i possibili effetti collaterali ve ne sono alcuni che possono rendere impossibile la guida della propria automobile o la gestione di macchinari per lo svolgimento del proprio lavoro. In particolare si chiede di fare molta attenzione a: sonnolenza, vertigini e depressione.

Nel caso in cui si notino oggettive difficoltà evitare di mettersi alla guida, per la propria incolumità e quella degli altri. Se si notano effetti indesiderati che ad oggi non sono stati ancora segnalati indicarli al sito dell’agenzia del farmaco per aggiornare velocemente il foglietto illustrativo.

Actibu febbre e dolore: in conclusione

Prima di assumere Actibu febbre e dolore controllare la data di scadenza. Essa viene indicata sulla confezione del prodotto. In genere viene indicato il mese e l’anno, riferendosi all’ultimo giorno del mese prescritto. Non assumere il parafarmaco dopo la data di scadenza.

La data di scadenza in questione, si può ritenere valida solo nella misura in cui il prodotto sia stato conservato nella maniera corretta. Tenere Actibu febbre e dolore fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Si consiglia inoltre di conservare le compresse a una temperatura inferiore ai 25 gradi centigradi. Non togliere il prodotto dal suo involucro originale.

In ogni caso è importante non esporre le compresse alla luce e all’umidità. Si consiglia infine di non superare la quantità di prodotto consigliata. Nel caso in cui si abbia del parafarmaco in eccesso che deve essere gettato, non farlo nell’acqua di scarico o nei rifiuti domestici. In questi casi si può chiedere aiuto al farmacista che provvederà a smaltire il prodotto sempre con un occhio di riguardo per l’ambiente.

Non superare le dosi indicate e non protrarre il trattamento per un periodo maggiore di 3 giorni. Nel caso in cui al passare di tale lasso di tempo non si notino miglioramenti ovvero vi siano dei peggioramenti, si consigli di consultare il proprio medico per un’anamnesi completa.

Prima di sottoporsi a terapia co ibuprofene chiedere il parere del medico per evitare il sovradosaggio, soprattutto nel caso in cui si assumano anche altri prodotti con lo stesso principio attivo. Se compaiono effetti indesiderati, sospendere subito la terapia. Segui il nostro blog, oppure visita i nostri profili social!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Actibu Febbre E Dolore 10 Compresse”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.